InstaNews http://www.instanews.it InstaNews | News e recensioni con un tocco di stile Mon, 08 Jun 2015 10:25:08 +0000 it-IT hourly 1 http://wordpress.org/?v=4.2.1 Copyright © InstaNews 2015 instanewsit@gmail.com (InstaNews) instanewsit@gmail.com (InstaNews) http://www.instanews.it/wordpress/wp-content/plugins/podpress/images/powered_by_podpress.jpgInstaNewshttp://www.instanews.it/wordpress 144 144 InstaNews | News e recensioni con un tocco di stile InstaNews InstaNews instanewsit@gmail.com no no Segui il Keynote del WWDC 2015 su InstaNews!http://www.instanews.it/2015/06/08/segui-il-keynote-del-wwdc-2015-su-instanews/ http://www.instanews.it/2015/06/08/segui-il-keynote-del-wwdc-2015-su-instanews/#comments Mon, 08 Jun 2015 10:24:36 +0000 http://www.instanews.it/?p=4044 Questa sera si terrà l’evento annuale di Apple dedicato agli sviluppatori, il WWDC 2015, che porterà interessanti novità relative ad iOS 9 e Mac OS X 10.X. Potrete seguire l’evento tramite Twitter ed il nostro account ufficiale (@InstaNewsIT) con l’hashtag #WWDCIN o direttamente in questa pagina dove troverete un widget che si aggiornerà in maniera […]

L'articolo Segui il Keynote del WWDC 2015 su InstaNews! sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
Questa sera si terrà l’evento annuale di Apple dedicato agli sviluppatori, il WWDC 2015, che porterà interessanti novità relative ad iOS 9 e Mac OS X 10.X.

image

Potrete seguire l’evento tramite Twitter ed il nostro account ufficiale (@InstaNewsIT) con l’hashtag #WWDCIN o direttamente in questa pagina dove troverete un widget che si aggiornerà in maniera automatica ad ogni nuovo messaggio.

Dalle 18.30 circa saremo in diretta, quindi rimanete sintonizzati!


L'articolo Segui il Keynote del WWDC 2015 su InstaNews! sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
http://www.instanews.it/2015/06/08/segui-il-keynote-del-wwdc-2015-su-instanews/feed/ 0
Stonex One: qualche riflessione by Batista70Phonehttp://www.instanews.it/2015/06/04/stonex-one-qualche-riflessione-by-batista70phone/ http://www.instanews.it/2015/06/04/stonex-one-qualche-riflessione-by-batista70phone/#comments Thu, 04 Jun 2015 06:22:20 +0000 http://www.instanews.it/?p=4038 I colleghi di Batista70Phone hanno realizzato un interessante articolo che parla nuovamente dello Stonex One, il prodotto low cost italiano fortemente sponsorizzato da Francesco Facchinetti. I nostri colleghi si sono poste alcune domande, a mio parere più che lecite, su una serie di elementi ancora sconosciuti di questo smartphone e che anche il consumatore finale “dovrebbe” […]

L'articolo Stonex One: qualche riflessione by Batista70Phone sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
I colleghi di Batista70Phone hanno realizzato un interessante articolo che parla nuovamente dello Stonex One, il prodotto low cost italiano fortemente sponsorizzato da Francesco Facchinetti.

stonexonelogo-630x291

I nostri colleghi si sono poste alcune domande, a mio parere più che lecite, su una serie di elementi ancora sconosciuti di questo smartphone e che anche il consumatore finale “dovrebbe” sapere.

1) La prima critica che viene mossa a Stonex One è quella di essere un rebrand di un non meglio precisato terminale “cinese”. E’ vera questa cosa? Beh, innanzitutto il passato dell’azienda non depone a suo favore in questo caso. Si, perchè Stonex è un’azienda attiva nel campo della telefonia già da qualche anno, ed ha in passato prodotto dei terminali come l’Ultra 2 e l’Evo che erano dei palesi rebrand di altri terminali di provenienza “asiatica”. Ad onor del vero, mi è capitato tra le mani l’Ultra 2 qualche tempo fa e devo dire che, in relazione al prezzo di vendita (199 euro n.d.r.), l’ho trovato un prodotto valido.         Ora, lo Stonex One monta un processore (il Mediatek 6795 OctaCore) che , nonostante sia stato messo a catalogo da MediaTek nel settembre 2014, la sua industrializzazione sta tardando, ed infatti non abbiamo ancora sul mercato dei prodotti equipaggiati con questo SOC. E qui si apre il primo grande dubbio relativo allo smartphone “targato” Facchinetti: più volte è stato sottolineato che lo Stonex One non sia un rebrand di un qualche altro prodotto asiatico, ma se questo fosse la conseguenza del fatto che il processore di cui è dotato non è stato ancora distribuito in massa? E se i tempi dilatati per vedere sul mercato lo Stonex One siano dettati proprio dal fatto che l’eventuale “controparte” cinese debba ancora essere ultimata? In tal senso, vorrei segnalarvi questo prodotto, ovvero l’ElePhone Vowney. Si tratta di un uno smartphone cinese, che condivide praticamente la stessa identica scheda tecnica dello Stonex One: stesso processore, stesso modulo fotografico, stessa tecnologia di memoria. Esteticamente sembra abbastanza differente dal modello di Facchinetti, ma la piattaforma hardware pare essere praticamente al stessa. Anche l’Elephone Vowney non è ancora sul mercato ma è pre-ordinabile. Che possa essere questo il prodotto rebrandizzato di cui tanto si parla? Beh, per adesso non ci sono prove concrete, ma personalmente seguirò da vicino le fasi di commercializzazione di questo prodotto, e vi terrò aggiornati in tal senso;

2) altra cosa che sta scatenando polemiche è “l’atteggiamento” di Facchinetti all’interno della campagna pubblicitaria dedicata allo Stonex One. Bisogna ovviamente capire che, volendo pubblicizzare un prodotto, è abbastanza ovvio tentare di esaltarlo e magari “screditare” la concorrenza.  E’ un qualcosa che, ad esempio, avevamo già visto con il One Plus One, con l’azienda perennemente impennata a sottolineare i punti a favore del proprio smartphone rispetto a quelli dei competitors. Il problema però è che Facchinetti ha assunto un ruolo che inevitabilmente sarebbe stato criticato dalla rete, ovvero quello di “genio visionario” e di grande “esperto” di telefonia. E così ad esempio, nell’ambito di giustificare la scelta dei 5,5 pollici, lo si sente ripetere più e più volte che il telefono più venduto dell’anno è comunque un 5 pollici, ovvero l’iPhone 6. Peccato però che l’iPhone 6 sia un 4,7 pollici (un errore che uno davvero appassionato di telefonia non commette). Lo si sente elogiare il processore MediaTek scelto, ed anche qui inevitabilmente la rete “storce” il naso. One Plus One era equipaggiato con uno Snapdragon, un processore che davvero viene utilizzato dai grandi competitors (Sony, Htc, Lg, anche Samsung fino al 2014). Chi è appassionato di telefonia sa benissimo che i MediaTek, che pur stanno facendo oggettivamente dei passi da gigante, ma sono comunque processori di solito inseriti all’interno di smartphone low-cost e lontani dalle prestazioni degli Snapdragon. Certo, lo Snapdragon 810 ha mostrato diversi problemi e nei primissimi benchmark effettuati è risultato essere inferiore al MediaTek 6795 scelto da Stonex. Sappiamo benissimo però che i benchmark hanno spesso poco a che vedere con l’esperienza utente finale, e soprattutto la Qualcomm ha messo un’ottima pezza con lo Snapdragon 808 che, a detta di praticamente tutti i possessori di G4, gira benissimo.                                                                                                                                           Insomma, la cosa che infastidisce più di tutte è appunto l’atteggiamento di Facchinetti, il quale secondo me avrebbe dovuto approcciarsi in maniera più easy a questo settore, limitarsi a sfruttare la sua immagine e la sua notorietà (come è giusto che sia) per pubblicizzare il prodotto, senza però scendere in particolari tecnicismi che oggettivamente denotano la sua poca competenza nel settore. Senza girarci intorno, è una persona che ha i capitali e sta investendo in questo settore (cosa assolutamente legittima e anche da apprezzare), ma magari tutta questa enfasi nei video si poteva evitare;

3) l’ultimo grande punto interrogativo è rappresentato dagli innumerevoli punti ancora “oscuri” di questo progetto (sembra quasi un gioco di parole). Se andiamo a fare il parallelo con One Plus One, a questo punto noi avevamo già davanti il design definitivo del prodotto ed il suo sistema operativo, mentre ancora oggi non si conosce l’aspetto definitivo (oggi è stato svelato un primo mockup) ne tanto meno la parte software (sarà ovviamente basato su Android con interfaccia chiamata Ciao OS). Tenendo presente che hanno già fatto partire i pre-ordini, direi che si tratta di un aspetto alquanto singolare, ma staremo a vedere.                           C’è poi la questione relativa ai sorgenti del processore MediaTek. Facchinetti ha ripetuto più volte che uno degli obiettivi dello Stonex One è creare una vera e propria comunità di sviluppatori indipendenti che diano una mano a far crescere questo progetto magari con “app” studiate ad hoc. Il problema sorge sul fatto che, notoriamente, MediaTek non rilascia i sorgenti, e di conseguenza questo crea grandi problemi soprattutto in relazione agli aggiornamenti. Anche qui, ad onor del vero, occorre fare una precisazione: nel video in cui veniva annunciato il processore scelto, il socio di Facchinetti ha sottolineato il fatto di aver stretto un accordo in esclusiva con MediaTek per ricevere i sorgenti del modello di processore montato sullo Stonex One. Anche in questo caso, la cosa mi lascia un attimo perplesso: veri e propri colossi come Xiaomi o Meizu non sono riuscite in questa impresa, mentre quella che sembra essere una sorta di start-up ci è riuscita. Che ci sia qualche investitore di primo livello alle spalle? Anche in questo caso staremo a vedere, ma ovviamente ci fidiamo delle parole del socio di Facchinetti.

Un applauso per l’ottimo articolo scritto dal collega Saverio, il quale ha pienamente centrato alcuni dei “problemi” si questo Stonex One.

Via

L'articolo Stonex One: qualche riflessione by Batista70Phone sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
http://www.instanews.it/2015/06/04/stonex-one-qualche-riflessione-by-batista70phone/feed/ 0
Windows 10, che la rivoluzione abbia inizio dal 29 lugliohttp://www.instanews.it/2015/06/01/windows-10-che-la-rivoluzione-abbia-inizio-dal-29-luglio/ http://www.instanews.it/2015/06/01/windows-10-che-la-rivoluzione-abbia-inizio-dal-29-luglio/#comments Mon, 01 Jun 2015 16:37:18 +0000 http://www.instanews.it/?p=4034 Ora ci siamo. Finalmente dopo tante technical preview Microsoft ha comunicato la data ufficiale per il rilascio del nuovo sistema operativo per desktop e dispositivi mobile, Windows 10. Come saprete e come già detto in un precedente articolo, non edo l’ora di provare il nuovo sistema operativo sviluppato dalla società di Redmon. Dal prossimo 29 […]

L'articolo Windows 10, che la rivoluzione abbia inizio dal 29 luglio sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
Ora ci siamo. Finalmente dopo tante technical preview Microsoft ha comunicato la data ufficiale per il rilascio del nuovo sistema operativo per desktop e dispositivi mobile, Windows 10.

image

Come saprete e come già detto in un precedente articolo, non edo l’ora di provare il nuovo sistema operativo sviluppato dalla società di Redmon.

Dal prossimo 29 luglio inizierà il rilascio per i dispositivi desktop e solo successivamente per i dispositivi mobili. Ricordiamo che l’aggiornamento sarà gratuito per tutti i possessori di una licenza originale di Windows 7 o Windows 8 i quali dovranno riscattare la propria licenza di Windows 10 entro un anno.
Successivamente, ma bisogna ancora capire per bene, gli aggiornamenti e le eventuali nuove versioni saranno totalmente gratuite.

Mi aspettavo un rilascio generale anche per gli smartphone, ma hanno deciso di agire diversamente. Peccato anche perché avrebbe sicuramente consolidato il concetto di uniformità e continuità che l’azienda ha sempre detto di voler dare a Windows 10.

L'articolo Windows 10, che la rivoluzione abbia inizio dal 29 luglio sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
http://www.instanews.it/2015/06/01/windows-10-che-la-rivoluzione-abbia-inizio-dal-29-luglio/feed/ 0
OnePlus un anno dopo, facciamo un bilanciohttp://www.instanews.it/2015/05/31/oneplus-un-anno-dopo-facciamo-un-bilancio/ http://www.instanews.it/2015/05/31/oneplus-un-anno-dopo-facciamo-un-bilancio/#comments Sun, 31 May 2015 16:01:28 +0000 http://www.instanews.it/?p=4031 Più o meno in questo periodo OnePlus faceva capolinea sul mercato mondiale degli smartphone Android, entrando in maniera arrogante e decisa su tutti i concorrenti più blasonati ed affermati. Di certo la sfrontatezza ed un buon piano di marketing non sono mancate a questa startup, che, ricordiamo, ha alle spalle un’azienda importante come Oppo, già […]

L'articolo OnePlus un anno dopo, facciamo un bilancio sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
Più o meno in questo periodo OnePlus faceva capolinea sul mercato mondiale degli smartphone Android, entrando in maniera arrogante e decisa su tutti i concorrenti più blasonati ed affermati.

image

Di certo la sfrontatezza ed un buon piano di marketing non sono mancate a questa startup, che, ricordiamo, ha alle spalle un’azienda importante come Oppo, già nel settore da qualche anno ormai.

Dopo un anno siamo qui a fare una sorta di bilancio del percorso svolto da questa impresa, nel bene e nel male.

Sicuramente ha fatto centro. La gente la conosce ed il OnePlus One ha fatto parlare molto di sé anche nei meno avvezzi alla tecnologia. Il prodotto ha sicuramente delle buone basi di partenza, ma i problemi iniziali, dovuti ad una prima inesperienza ed a qualche problema di produzione, hanno fatto vacillare parecchi utenti.
Da qualche mese a questa parte invece, ve lo posso confermare anche personalmente, la musica è totalmente cambiata sia a livello costruttivo, sia a livello software ed il OnePlus One si pone oggi come uno degli smartphone ancora più interessanti sul panorama mobile.

Relativamente agli altri prodotti, ahimè non posso che dare un giudizio negativo per un solo ed unico motivo, quello economico. L’azienda purtroppo ha dato un costo decisamente elevato a tutti i prodotti accessori dello smartphone sopra citato. Ovviamente molti di voi diranno che in qualche modo dovranno guadagnarci no ? Si ok sono d’accordo, ma non posso pagare 15€ di spedizione per un powerbank che me ne costa 19, no ?

Siamo in procinto del nuovo modello, la presentazione avverrà domani, e personalmente non vedo l’ora di conoscere cosa si inventeranno quest’anno a riguardo.

Ho odiato la mossa degli inviti dal punti di vista del consumatore, mentre l’ho amata dal punto di vista del marketing (sarà perché studio anche quello) perché ha saputo creare il giusto hype intorno al prodotto.

Dopo un anno possiamo comunque dire che ad oggi è la startup che più ha ottenuto successo e che è riuscita a far parlare di sé. In un mercato statico ormai come quello degli smartphone qualcosa di così innovativo ed in parte rivoluzionario ci voleva, no ?

L'articolo OnePlus un anno dopo, facciamo un bilancio sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
http://www.instanews.it/2015/05/31/oneplus-un-anno-dopo-facciamo-un-bilancio/feed/ 0
Jonathan Ive diventa CDO di Apple e pone le basi dell’addio?http://www.instanews.it/2015/05/30/jonathan-ive-diventa-cdo-di-apple-e-pone-le-basi-delladdio/ http://www.instanews.it/2015/05/30/jonathan-ive-diventa-cdo-di-apple-e-pone-le-basi-delladdio/#comments Sat, 30 May 2015 14:33:20 +0000 http://www.instanews.it/?p=4028 Giusto qualche giorno fa in Apple sono avvenuti alcuni cambiamenti a livello aziendale con diverse modifiche all’assetto societario stesso per via di alcune promozioni, tra cui spicca quella di Jonathan Ive a CDO, direttore ed amministratore dell’intero reparto design di Apple. Ricordiamo che il buon Ive è uno degli artefici del successo di Apple e […]

L'articolo Jonathan Ive diventa CDO di Apple e pone le basi dell’addio? sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
Giusto qualche giorno fa in Apple sono avvenuti alcuni cambiamenti a livello aziendale con diverse modifiche all’assetto societario stesso per via di alcune promozioni, tra cui spicca quella di Jonathan Ive a CDO, direttore ed amministratore dell’intero reparto design di Apple.

image

Ricordiamo che il buon Ive è uno degli artefici del successo di Apple e dei suoi prodotti attualmente in commercio, in quanto curante in prima persona della progettazione e realizzazione estetica di tali dispositivi.

Pare però che il buon Johnny sia “stanco”, al punto tale da iniziare a pensare già ad un ritiro dalla scena.

Le voci trapelate parlano di un Ive che tra un paio di anni circa saluterà Apple e si godrà i risparmi messi da parte in questi anni. Altri invece sostengono l’opposto e cioè che rimarrà ancora internamente all’azienda e che in qualche modo stia pensando di iniziare a sondare il terreno per diventare CEO.

Sicuramente questa nuova posizione, appositamente creatagli dal consiglio di amministrazione, gli permetterà di avere maggiori poteri a livello aziendale ed allo stesso tempo di poter essere più “libero” nello spaziare in nuovi settori ancora non toccati da Apple.

Lui che fu scelto personalmente da Jobs, lui che ha reinventato iOS stravolgendo tutto, lui che ha realizzato prodotti fantastici dal punto di vista costruttivo e di design. Potrà essere veramente lui il nuovo volto luminare che Apple cercava?

L'articolo Jonathan Ive diventa CDO di Apple e pone le basi dell’addio? sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
http://www.instanews.it/2015/05/30/jonathan-ive-diventa-cdo-di-apple-e-pone-le-basi-delladdio/feed/ 0
Google Photos: illimitato e ciao alla privacyhttp://www.instanews.it/2015/05/29/google-photos-illimitato-e-ciao-alla-privacy/ http://www.instanews.it/2015/05/29/google-photos-illimitato-e-ciao-alla-privacy/#comments Fri, 29 May 2015 15:48:45 +0000 http://www.instanews.it/?p=4023 Nella giornata di ieri è iniziato il Google I/O 2015, l’evento annuale di Google in cui il colosso americano presenta tutte le novità riguardanti il sistema operativo Android e tutto l’ecosistema che ormai gli ruota attorno. Padrone della serata, più anche della nuova release di Android, è stato sicuramente il servizio per le fotografie introdotto: […]

L'articolo Google Photos: illimitato e ciao alla privacy sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
Nella giornata di ieri è iniziato il Google I/O 2015, l’evento annuale di Google in cui il colosso americano presenta tutte le novità riguardanti il sistema operativo Android e tutto l’ecosistema che ormai gli ruota attorno.

image

Padrone della serata, più anche della nuova release di Android, è stato sicuramente il servizio per le fotografie introdotto: Google Photos.

Il nome non è ovviamente nulla di originale, specie se comparato alla concorrenza, ma di per sé si appresta ad essere e rimanere per lungo tempo il miglior servizio di gestione ed archiviazione di fotografie.

Ogni utente provvisto di un account Google avrà la possibilità di avere uno spazio illimitato – mi riservo di verificare meglio questa informazione – in cui poter inserire tutte le proprie fotografie a patto che esse siano inferiori ai 16 megapixel e che siano filmati al massimo in FullHD. Per tutto il resto invece scatterà il conteggio dei GB dal proprio account di Google Drive che ricordiamo essere il migliore a livello di prezzi sul mercato.

L’applicazione è pienamente compatibile con Android ed iOS. La sua interfaccia riprende molto da vicino quella della galleria di default di iOS ed allo stesso tempo permette di visualizzare negli anni, mesi e giorni le fotografie. Il servizio, seppur appena lanciato in fase definitiva, pare funzionare veramente bene e permetterà di sincronizzare tra più dispositivi le fotografie in modo da avere sempre tutte catalogate con il nostro account.

Sono veramente eccitato all’idea di poter finalmente avere un gestore delle fotografie completo e che mi permetta di tenerle ordinate in maniera totalmente automatica.

Ovviamente però non è tutto oro quello che luccica. Così facendo a Google daremo, oltre che i nostri dati, anche le nostre fotografie. Si ci danno un servizio gratuito, ma dietro in realtà la società lo fa per avere ulteriori informazioni riguardanti le nostre persone. Ormai si siamo quasi abituati, sarà un bene fornirgli anche le nostre foto dei momenti più indimenticabili della nostra vita? A voi la scelta.

L'articolo Google Photos: illimitato e ciao alla privacy sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
http://www.instanews.it/2015/05/29/google-photos-illimitato-e-ciao-alla-privacy/feed/ 0
Segui il keynote del Google I/O 2015 con InstaNewshttp://www.instanews.it/2015/05/28/segui-il-keynote-del-google-io-2015-con-instanews/ http://www.instanews.it/2015/05/28/segui-il-keynote-del-google-io-2015-con-instanews/#comments Thu, 28 May 2015 16:05:55 +0000 http://www.instanews.it/?p=4019 Con un po’ di ritardo nella comunicazione, mi scuso ma non ero sicuro di farcela, oggi seguiremo insieme l’evento di apertura del Google I/O in diretta da San Francisco. Per farlo insieme? Baste seguire l’hashtag su Twitter #GoogleIN o il box in questo articolo. Tweet riguardo #GoogleIN

L'articolo Segui il keynote del Google I/O 2015 con InstaNews sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
Con un po’ di ritardo nella comunicazione, mi scuso ma non ero sicuro di farcela, oggi seguiremo insieme l’evento di apertura del Google I/O in diretta da San Francisco.

Google-IO-2015Per farlo insieme? Baste seguire l’hashtag su Twitter #GoogleIN o il box in questo articolo.


L'articolo Segui il keynote del Google I/O 2015 con InstaNews sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
http://www.instanews.it/2015/05/28/segui-il-keynote-del-google-io-2015-con-instanews/feed/ 0
Xperia Z3+ ed il consumatore dice di nohttp://www.instanews.it/2015/05/27/xperia-z3-ed-il-consumatore-dice-di-no/ http://www.instanews.it/2015/05/27/xperia-z3-ed-il-consumatore-dice-di-no/#comments Wed, 27 May 2015 11:48:15 +0000 http://www.instanews.it/?p=4012 Dopo aver sperato che il lancio del Sony Xperia Z4 avvenisse solamente in Asia per ragioni ai noi ignote, Sony si è nuovamente smentita e per l’ennesima volta ha evitato di ascoltare il parere dei consumatori e di lanciare sul mercato un nuovo top di gamma, il Sony Xperia Z3 Plus. Insomma la storia si è ripetuta […]

L'articolo Xperia Z3+ ed il consumatore dice di no sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
Dopo aver sperato che il lancio del Sony Xperia Z4 avvenisse solamente in Asia per ragioni ai noi ignote, Sony si è nuovamente smentita e per l’ennesima volta ha evitato di ascoltare il parere dei consumatori e di lanciare sul mercato un nuovo top di gamma, il Sony Xperia Z3 Plus.

Xperia+Z3+_hero

Insomma la storia si è ripetuta e questa volta a distanza di qualche mese dal Mobile World Congress di Barcellona, Sony ha nuovamente fatto la frittata infischiandosene del parere degli utenti e dei compratori dello Z3.

Indubbiamente Sony Xperia Z3+ è un dispositivo bellissimo, ma allo stesso tempo non introduce nulla di nuovo rispetto al suo predecessore. Le finiture laterali sono più curate, è stata aggiunta una nuova colorazione ed infine si è ridotto lo spessore. Si avete letto proprio bene, Z3+ è più sottile di qualche millimetro e di conseguenza la capacità della batteria ed anche inferiore, ora da 2930 mAh.

Sommate inoltre il fatto di montare il tanto chiacchierato ed esoso Qualcomm SnapDragon 810 e probabilmente conoscerete già la risposta. Spezziamo una lancia a suo favore però: il display non è – fortunatamente – un QuadHD ma nuovamente un FullHD da 5,2 pollici, insomma lo stesso del precedente.

Altro novità? Nessuna, anzi tutte le varie tecnologie che i produttori dicono di utilizzare e che poi nell’80% dei casi nessuno ha mai visto, giusto per avere un minimo di marketing su cui parlare.

Come avrete capito questo prodotto per me non ha alcun senso di esistere.

Xperia Z3 era stato il miglior smartphone Android realizzato da Sony dopo una lunga serie di trafile. Demolirlo così senza averlo nemmeno pubblicizzato ed in pochi mesi, per un modello che non ha nulla di nuovo, è una mossa da pazzi.

L'articolo Xperia Z3+ ed il consumatore dice di no sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
http://www.instanews.it/2015/05/27/xperia-z3-ed-il-consumatore-dice-di-no/feed/ 0
Vlog: Car2Go vs Enjoy, quale scegliere?http://www.instanews.it/2015/05/27/vlog-car2go-vs-enjoy-quale-scegliere/ http://www.instanews.it/2015/05/27/vlog-car2go-vs-enjoy-quale-scegliere/#comments Wed, 27 May 2015 08:23:10 +0000 http://www.instanews.it/?p=4006 Da qualche settimana sono arrivati a Torino due importanti servizi di car sharing da tempo disponibili in altre città italiane. Ovviamente sto parlando di Car2G0 e di Enjoy, rispettivamente di Daimler AG e di Eni. I servizi si presentano come molto simili fra loro: stesso metodo di noleggio, stesse possibilità di percorso, ma automobili differenti. […]

L'articolo Vlog: Car2Go vs Enjoy, quale scegliere? sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
Da qualche settimana sono arrivati a Torino due importanti servizi di car sharing da tempo disponibili in altre città italiane. Ovviamente sto parlando di Car2G0 e di Enjoy, rispettivamente di Daimler AG e di Eni.

235654-big

I servizi si presentano come molto simili fra loro: stesso metodo di noleggio, stesse possibilità di percorso, ma automobili differenti. Da un lato una piccola, e forse più comoda per le zone centrali, Smart mentre dall’altro una più “comune” 500 con quattro posti.

Diverse le tariffe:

  • Car2go prevede un costo di 0,29 euro al minuto;
  • Enjoy prevede un costo di 0,25 euro al minuto con la possibilità di mettere l’automobile in modalità di sosta pagando solamente 0,10 euro al minuto.

Quale preferire? Quale risulta più comodo in città ? Tra le due auto quale risulta più comoda o grintosa ?

L'articolo Vlog: Car2Go vs Enjoy, quale scegliere? sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
http://www.instanews.it/2015/05/27/vlog-car2go-vs-enjoy-quale-scegliere/feed/ 0
Periscope ora è quasi completohttp://www.instanews.it/2015/05/26/periscope-ora-e-quasi-completo/ http://www.instanews.it/2015/05/26/periscope-ora-e-quasi-completo/#comments Tue, 26 May 2015 15:20:20 +0000 http://www.instanews.it/?p=4002 Finalmente il giorno tanto atteso da moltissimi utenti Android è arrivato, Periscope finalmente sbarca anche sul Play Store divenendo così compatibile non solo con i dispositivi iOS ma anche con quelli equipaggiati del sistema operativo sviluppato da Google. Da qualche ora si può finalmente scaricare l’applicazione ufficiale direttamente dal Play Store e, tramite il login […]

L'articolo Periscope ora è quasi completo sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
Finalmente il giorno tanto atteso da moltissimi utenti Android è arrivato, Periscope finalmente sbarca anche sul Play Store divenendo così compatibile non solo con i dispositivi iOS ma anche con quelli equipaggiati del sistema operativo sviluppato da Google.

image

Da qualche ora si può finalmente scaricare l’applicazione ufficiale direttamente dal Play Store e, tramite il login del proprio account Twitter, sarà possibile iniziare fin da subito ad effettuare lo streaming di contenuti video.

Ovviamente la piattaforma, a differenza dei primissimi giorni degli utenti iOS, non sarà vuota e scarna di utenti, ma bella ricca di contenuti live e non.

Periscope si propone così strumento completo e che copre praticamente tutta la fascia dei prodotti sul mercato. Attenzione, manca Windows Phone la cui applicazione è al momento in fase di realizzazione ma di cui non conosciamo tempistiche di rilascio.

Sarà solamente la moda del momento oppure potrà cambiare e rivoluzionare il mondo del live streaming ?

L'articolo Periscope ora è quasi completo sembra essere il primo su InstaNews.

]]>
http://www.instanews.it/2015/05/26/periscope-ora-e-quasi-completo/feed/ 0