instaNews
instaNews > Recensioni > Accessori > Xiaomi Mi Band vs Jawbone UP 24: il confronto

Xiaomi Mi Band vs Jawbone UP 24: il confronto

DSC01218

Finalmente eccoci qui a confrontare questi due prodotti veramente molto interessanti: il Jawbone UP 24 e la Xiaomi Mi Band.DSC01215

Partiamo subito col dire che sono due ottimi dispositivi, funzionano egregiamente e tutto sommato sono costruiti abbastanza bene, ma lo Xiaomi Mi Band, che costa 1/5 dell’UP 24, vince a mani basse.DSC01216

Ci tengo a partire subito così diretto perchè quello che fa uno fa anche l’altro e spendere ben 150€ per un dispositivo che conta i passi e ci sveglia, beh capite da soli che non ne vale più la pena.

La Mi Band si comporta bene in ogni ambito; si ha una leggera sovrastima dei passi, come il FitBit Flex, ma questo non vi impedisce di utilizzarlo a pieno.DSC01217Design e costruzione? Il Jawbone sembra dal canto suo più solido e resistente ed allo stesso tempo più pesante. La Mi Band invece è molto più leggera, ma bisogna fare leggermente attenzione se si sbatte con il guscio in metallo da qualche parte. Il Jawbone ha un piccolo e fastidioso difetto: la gomma laterale si scolla dopo qualche mese di utilizzo. Mi è successo sia con questo UP 24 che con il precedente, mentre la Mi Band bypassa il problema (qualora si presentasse) con la semplice sostituzione del cinturino a circa 3€, per di più colorato.

Chi vince? Vediamolo insieme:

Insomma dopo aver provato la Mi Band ho mollato in pieno il Jawbone UP 24. Semplice, con 15€ ho un prodotto che fa le stesse cose, dura di più e mi conteggia automaticamente il sonno (cosa che mi dimenticherei spesso di fare). Inoltre abbiamo una grande community che si muove alle spalle e che piano piano realizza ottimi software con delle funzionalità non da poco.

E voi cosa scegliereste?

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato instaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.