Hardware

Recensione: Honor 6X

Da qualche settimana sto provando con moltissimo piacere Honor 6X, un prodotto realizzato dall’azienda spin-off di Huawei e che credetemi farà molto parlare di sé nelle prossime settimane specie se calerà ancora di prezzo.

Confezione:

Classico contenuto di Huawei che dona un cavo microSUB, un caricatore da parete ed un paio di auricolari di medio livello, nulla di eccezionale. Peccato per l’assenza di una cover che avrebbe sicuramente dato quel qualcosa in più.

Design e dimensione:

Honor 6X è uno smartphone dimensionalmente importante grazie al suo ampio di display di cui parleremo più avanti. Le sue dimensioni pari a 150.9 x 72.6 x 8.2 mm ed un peso di circa 160 grammi non lo rendono di facile utilizzo con una singola mano. Sicuramente poteva essere fatto un lavoro migliore sulle cornici ed allo stesso tempo l’arcano utilizzato ancora una volta della banda nera attorno al display proprio non la digerisco.
 Il design potrà risultare simile a quello di altri concorrenti orientali, personalmente non mi dispiace. La costruzione è buona, si sente che il metallo non è estremamente spesso e di primissima qualità, ma nonostante questo non ho riscontrato delle imperfezioni o dei cedimenti nel breve periodo. Sicuramente non è una saponetta come Honor 8, ma una cover dovrebbe garantirvi un minimo di grip in più.
 

Hardware:

Honor lavora in casa il processore HiSilicon Kirin 655 octa-core fa il suo sporco dovere. Insieme ai 3GB di memoria RAM il telefono non subisce mai un impuntamento, non rallenta mai e si dimostra sempre prestante e reattivo in ogni situazione. Abbiamo poi 32GB di memoria interna che possono essere espansi tramite la microSD situata nel carrellino delle due SIM card.
Il display è un pannello da 5,5 pollici FullHD LCD. Ha dei buoni colori, una taratura corretta ed una luminosità perfetta anche sotto la luce del sole.
Completano la dotazione hardware il GPS, il Bluetooth 4.1 ed infine il supporto alle reti LTE fino a 150mBit in download e 50 in upload. Parlando proprio di ricezione devo dire che siamo in linea con gli altri terminali della casa cinese;.prende bene praticamente sempre e non rimarrete mai senza connessione.

Software:

La Emui va amata o odiata. Qui (al momento della recensione) siamo alla versione 4.1 che presto vedrà un sostanzioso aggiornamento che la renderà decisamente più occidentale in tantissimi aspetti. Al momento non riesco ad apprezzare a pieno la personalizzazione di Huawei, ma il futuro sembra più che roseo e la nuiva versione porterà sicuramente una bella ventata di novità.
Ad ogni modo non mancano i classici software già presenti negli altri smartphone come lo specchio o il client di posta elettronica. Tutti molto validi e pronti all’uso una volta tirato fuori dalla confezione lo smartphone alla prima accensione.

Fotocamera:

 Abbiamo un doppio sensore posteriore da ben 12 megapixel in grado di sfruttare la tecnologia di messa a fuoco in post produzione per migliorare gli scatti o per cambiare il fuoco della foto. Personalmente ho sfruttato poco questa funzione, ma nel complesso la resa fotografica mi ha stupito particolarmente in maniera positiva. Gli scatti sono sempre abbastanza bilanciati ed a differenza di altri terminali di Huawei non ho praticamente buttato mai via alcuna foto.
Buona anche la camera anteriore da 8 megapixel in grado di scattare delle buone foto giusto per un utilizzo social.

Autonomia:

La batteria da 3340 mAh garantisce tanta autonomia. Ci fate tranquillamente sei ore di display acceso e quindi, nel mio caso, due giorni di uso. Incredibile l’ottimizzazione anche per via dello spessore molto ridotto dello smartphone.

Videorecensione:

Conclusioni:

Mi piace, mi piace veramente tanto. Se a questo aggiungiamo anche un prezzo irrisorio per quello che offre, questo Honor 6X è da comprare al volo senza aspettare ancora un secondo. Quando mi chiedono che smartphone consiglio ormai dico questo, non penso nemmeno più ad uno Xiaomi o ad un Meizu per via dei problemi con il software. Con questo vado sul tranquillo grazie al supporto italiano ed alla possibilità di acquistarlo direttamente anche in alcuni centri commerciali fisici. Nulla da dire, è uno smartphone veramente eccezionale.

About the author

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato InstaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.

Privacy Preference Center

Cloudflare

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

Cloudflare Ajax

Google AdSense

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

Google AdSense

DoubleClick by Google

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

DoubleClick

Google Analytics

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

Google Analytics

Wordpress Stats

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

Jetpack