Editoriali

Codemotion Rome 2017, Developers, Developers, Developers!

Lo scorso fine settimana ho avuto la possibilità di partecipare in qualità di studente alla settimana edizione del Codemotion Rome, tenuto presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università Roma TRE.

Ma che cos’è Codemotion? Codemotion è l’evento tecnologico rivolto agli sviluppatori europei (il più grande, in Italia) organizzato dall’omonima startup italiana, fondata da Ugo Landini, Mara Marzocchi e Chiara Russo nel 2007.1

I talk, divisi in categorie (Design/Front End, DevOps, Cloud/Bigdata, Microservices, GameDev/VR, Containers, Security, AI/Machine Learning, Javascript e Reactive Programming) si sono svolti il 24 ed il 25 marzo, per quasi tutto il giorno. Gli argomenti sono stati vari e sono riusciti a coprire la grande diversità ed interessi tra gli sviluppatori presenti, un pubblico sicuramente difficile da accontentare.

Notevole il numero di sponsor e partner, aziende di tutte dimensioni che non si sono lasciate sfuggire l’opportunità di mettersi in mostra e soprattuto di cercare nuovi talenti, perché non si parlava solo di codice, ma anche di lavoro. Numerose infatti le opportunità lavorative anche, e soprattuto, per i neolaureati, figure che non hanno grandi difficoltà ad inserirsi nel mondo del lavoro in questo settore.

L’esperienza dal mio punto di vista è stata magnifica, si respirava un’aria di produttività ed innovazione, uno sguardo ottimista verso il futuro che anche grazie alle comunità di sviluppatori potrebbe essere un posto migliore rispetto a come lo abbiamo trovato.
Uno dei tanti esempi è stato il bellissimo talk:”Digital Transformation of the Italian Government” dove si è parlato di come migliorare la situazione digitale in Italia, non sono a livello teorico, ma anche, e soprattutto, a livello pratico.

Come disse il buon Steve Ballmer:”Developers, Developers, Developers!

Molte conferenze rivolte a chi vuole iniziare a scrivere codice in “nuovi” linguaggi, come Rust, oppure molto più avanzati, per chi per esempio vuole lavorare con la programmazione concorrente su Erlang. C’è stato spazio e tempo anche per provare giochi indipendenti e rilassarsi con un HTC Vive2 tra una sessione e l’altra. Non sono mancati adesivi ed accessori in regalo, e soprattutto, cornetti, frutta, caffè, e gelati inclusi nel prezzo del biglietto, indispensabili per arrivare a fine giornata.
Detto questo non credo ci sia bisogno di dire altro, se siete sviluppatori, studenti o semplici appassionati, non perdetevi il prossimo Codemotion!


  1. Da Wikipedia. ↩︎
  2. Il visore per la Realtà Virtuale nato dalla collaborazione tra HTC e Steam. ↩︎

About the author

Leonardo Razovic

Uno studente di Ingegneria Informatica di 20 anni appassionato di tecnologia con un serio problema di dipendenza da serie tv.