Tecnologia

Addio a Todoist Premium senza troppi rimpianti

Dopo un intenso anno di utilizzo, alla fine non ho rinnovato Todoist Premium passando ad altri software di questo genere.

Praticamente é passato un mese da quando é scaduto il mio anno di Todoist Premium, il mio servizio di To-Do per tutto il 2017.

Lo ho amato a modo suo e lo ho anche odiato. Alla fine però dopo tanti test e tanti concorrenti, non ho saputo metterlo da parte fino a circa metá ottobre 2017. Da quel momento in avanti Todoist per me era diventato un semplice software di ricordo di cui nemmeno utilizzavo le notifiche. Sono una persona che ama schedulare le proprie attività, quindi capirete voi stessi che in questo modo mi sono trovato spesso davanti alla situazione di flaggare i vari task poiché completati con largo anticipo.

Mi é quindi venuto naturale non rinnovare il servizio che ha visto, tra le altre cose, anche l’aumento del canone rispetto l’anno precedente. Il motivo più grande riguardava le notifiche, la vera funzione in più che andavo ad utilizzare con il piano Premium. Le etichette mi erano inutili, così come la condivisione dei task lavorando con persone che sfruttano tutt’altri sistemi. Pagare quindi circa 32 euro all’anno per una campellina sul cellulare mi sembrava abbastanza ridicolo.

Switch verso Promemoria di Apple che, in accoppiata a Fantastical, ha risolto ogni mio problema. Almeno ho sia gli impegni che tutti i task della giornata in una sola applicazione ed una singola schermata. Le notifiche sono incluse, per quelle poche volte che mi servono, e volendo posso anche condividere la lista con un altro utente che sfrutta iOS.

La grande mancanza riguarda IFTTT, la mia droga. Me ne sono fatto una ragione, in parte, ed ho provveduto lo stesso a creare alcuni workflow su iOS che potessero rimediare. Non é lo stesso risultato, però sono sceso a patti e compromessi con me stesso.

Un abbandono senza rimpianto, per quanto Todoist credo sia ad oggi il miglior software di questo genere.

About the author

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato InstaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.

Privacy Preference Center

Cloudflare

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

Cloudflare Ajax

Google AdSense

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

Google AdSense

DoubleClick by Google

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

DoubleClick

Google Analytics

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

Google Analytics

Wordpress Stats

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

Jetpack