instaNews

Samsung Pay: il secondo player di questo nuovo mercato

È provare in Italia il servizio Samsung Pay per i pagamenti contactless tramite smartphone.

Samsung Pay

Samsung dopo essere stata al centro dell’attenzione per la presentazione di Galaxy S9 e Galaxy S9+ torna sotto i riflettori dopo l’annuncio per il nostro paese di Samsung Pay. Per chi non lo sapesse, si tratta di un sistema di pagamento che sfrutta il chip NFC (Near Field Communication) o la tecnologia MST (Magnetic Secure Transmission) degli smartphone Samsung, con la sicurezza dell’identificazione tramite il sensore di impronte, la scansione dell’iride o eventualmente tramite l’inserimento del PIN; La piattaforma Samsung Knox inoltre garantisce la protezione dei dati, che tuttavia non rimangono memorizzati nello smartphone e nemmeno nelle transazioni effettuate.

Attualmente Samsung Pay è disponibile in anteprima e può essere utilizzata solo su questi dispositivi: Galaxy Note 8, Galaxy S8+, Galaxy S8, Galaxy A8, Galaxy S7 Edge, Galaxy S7, Galaxy A5 2017 e Galaxy A5 2016. Per accedere al servizio è necessario prima registrarsi su questa pagina web dedicata e successivamente scaricare l’app dove si potrà collegare una o più carte di credito supportate: Maestro, Mastercard, V Pay, Visa rilasciate dalle banche BNL, CheBanca!, Hello Bank!, Intesa San Paolo, Mediolanum, Nexi, Unicredit. Tramite l’applicazione inoltre è possibile inserire e memorizzare anche le nostre carte fedeltà sia tramite fotocamera che in modo manuale. Naturalmente in caso di root il servizio sarà bloccato e risulterà inutilizzabile.

Walter Tomiati

Sono appassionato di ogni cosa che riguarda la tecnologia. Nel tempo libero sviluppo applicazioni Android (Tomiati Dev, Kubix Studio).