instaNews
Home » iPad: ecco cosa vuol dire zero manutenzione

iPad: ecco cosa vuol dire zero manutenzione

Adoro l’iPad per tanti motivi tra cui quello legato alla manutenzione pari allo zero.

Ormai lo saprete meglio di me, visto che vi ho fatto una testa tanta, che l’iPad è diventato il mio computer primario da parecchi mesi ormai. Vivere solamente con esso non è impossibile, tuttavia potrebbe comportare dei limiti e delle difficoltà che non tutti potrebbero accettare, me compreso.

Una delle cose mi ha spinto maggiormente ad utilizzare questo dispositivo è la manutenzione pari praticamente allo zero. Con Windows diciamo che era quasi all’ordine del giorno per quanto mi riguardava, con macOS una volta a settimana mi mettevo lì a sistemare comunque il pc. Su iOS da questo punto di vista le richieste del sistema sono praticamente pari allo zero con il software di Apple che praticamente fa già tutto il necessario senza chiedergli ulteriori step aggiuntivi. Se parliamo poi in ambito di sicurezza, beh credo non ci sia niente da aggiungere e l’unica protezione che magari potreste prendere in aggiunta potrebbe essere una VPN di buon livello per la navigazione in Rete.

Vi faccio un esempio. Poche settimane fa sono usciti i major update di iOS e macOS, rispettivamente la versione 12.0 e Mojave 10.14.0. Con il sistema operativo mobile ammetto di non aver pensato nemmeno un secondo a non fare l’aggiornamento dopo aver controllato che tutte le mie applicazioni principali fossero già state aggiornate al nuovo OS. Con Mojave invece vi dico la verità ho aspettato installandolo poi solamente con qualche giorno di ritardo e dovendo scoprire delle incompatibilità con il mio Mac Mini per poi procedere ad un’installazione da zero.

iOS, purtroppo o per fortuna, mi da quella sensazione di affidabilità sempre, in ogni situazione. Per la questione dei backup invece vi dico che per me è relativamente un problema poichè tengo pochissime cose in locale sia sull’iPhone, che sull’iPad ma anche sui vari Mac. Il cloud è una manna dal cielo così che, facendo gli scongiuri del caso, non dovrei mai perdere tendenzialmente nulla.

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato InstaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.