instaNews
instaNews > Tecnologia > Iliad: ma tutto il resto dove è finito?

Iliad: ma tutto il resto dove è finito?

Iliad aveva promesso una serie di novità in fase di lancio che, ad oggi, ancora non abbiamo visto.

Lo so mi starete per dire che Iliad è una mia ossessione e che ormai se non la critico non mi sente bene. Invece no adoro il progetto e lo trovo intrigante, ma alcune cose come spesso accade non sono state rispettate purtroppo.

Quando seguii la presentazione di lancio della società in Italia, si parlò verso la fine di potenziali smartphone da acquistare in abbonamento e di nuove proposte commerciali interessanti e che fino ad oggi non avevamo visto. Ok, ma dove sono? Mi ricordo benissimo che venne scelta una fotografia di Apple da mettere in sfondo proprio quando venne annunciata la possibilità di acquistare degli smartphone ma da lì in avanti, incluse le domande post conferenza, hanno avuto tutte un’unica risposta: “Arriveranno”.

Siamo a circa sei mesi da quando Iliad ha messo piede sul territorio italiano ed un paio di cose non mi tornano. Giusto qualche settimana fa sono stati raggiunti i 2,2 milioni di utenti che hanno segnato una sorta di mini record figlio soprattutto dei prezzi estremamente concorrenziali con cui l’operatore francese è arrivato. Tuttavia va detto che in tanto lo hanno sfruttato e lo sfruttano ancora come trampolino per rientrare poi in TIM, Vodafone e Wind strappando delle cifre inferiore e notevolmente più convenienti delle precedenti. Non ci va un genio a capirlo, ma ad Iliad in questa fase serviva fare il più alto numero possibile di utenti, niente di più. Sarei veramente curioso di capire in quanti siano rimasti in Iliad dopo il passaggio iniziale, quello dovrebbe essere il dato pubblico per tutti.

Cara Iliad al netto di tutto credo in te, ma ora abbiamo bisogno più che mai di certezze con la speranza che il 5G possa essere veramente una bella sfida intrigante.

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato instaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.