Covid, terapie intensive: superata la soglia critica in 15 regioni

0
77

Secondo i dati riportati sarebbe stata superata la soglia critica per le terapie intensive in 15 regioni italiane. Uno scenario preoccupante.

Che la situazione attuale non sia tutta rose e fiori è un dato oggettivo ed evidente.

Non dobbiamo però farci prendere dal panico, ma anzi siamo chiamati ad un forte senso di responsabilità.

Quanto però emerge dai dati Agenas purtroppo è un dato che desta preoccupazione per chiunque ne sia a conoscenza.

Il dato riferito alle terapie intensive mostra infatti un declino degli ospedali che purtroppo stanno vivendo una situazione per molti tragica.

Covid, scenario 4 dell'epidemia: cosa succederà in Italia
terapia intensiva a seguito della positività al covid from web source

Per fare un piccolo aggiornamento sulla situazione covid di oggi in Italia basta cliccare qui.

Le percentuali che invece fanno riferimento alle terapie intensive sono state riportate dall’Agenzia per i servizi sanitari, di preciso con gli aggiornamenti di ieri sera.

Se invece vogliamo aprire una piccola finestra sull’Europa a preoccuparci molto è la situazione Svizzera dove i posti di terapia intensiva sono stati tutti occupati.

Oltre questa piccola finestra sul mondo, resta però da analizzare la situazione terapie intensive in Italia.

Vediamo in dettaglio.

 

Superata la soglia critica per la terapia intensiva: i dati sono preoccupanti

Le terapie intensive secondo i dati riportati sono al collasso in Italia con una media di occupazione di posti letto da parte di pazienti Covid del 42%.

I dati corrisponderebbero ad un sovraccarico di più del 10%.

Ovvero, più precisamente, il 12% oltre la soglia critica fissata dal ministero della Salute, che è appunto al 30%.

Questo è quello che emerge dai dati elaborati dall’Agenzia per i servizi sanitari (Agenas), aggiornati a ieri sera e poi riportati da adnkronos.

Inoltre, purtroppo, bisogna anche specificare che questo dato di media non rispecchia però una grande preoccupazione del popolo italiano.

Con una analisi più approfondita infatti emerge che le regioni che sforano la soglia sono 15, a cui si sommerebbero anche le province Autonome di Trento e Bolzano.

Anche la percentuale di posti letto occupati dai pazienti Covid nei reparti di medicina si attesta al 51% a livello nazionale, superando anche in questo caso la “soglia critica” fissata al 40%.

Percentuali che appunto destano non poche preoccupazioni siccome da un primo calcolo le percentuali di media sono state superate del 10%.

Intanto alcune reazioni dal web.