Massimo Bottura contro i ristori, ma il web non apprezza

0
47

Massimo Bottura contro i ristori del governo, ritemuti troppo bassi. Il re degli chef parla per la categoria, ma il web contesta

Da anni è il simbolo degli chef italiani nel mondo, di una ristorazione vincente e premiatama oggi Massimo Bottura finisce nel calderone delle contestazioni. Sul piatto ci sono i ristori per i ristoratori, che non è solo un gioco di parole. Troppo bassi i rimborsi previsti dal governo per la categoria, Bottura l’ha detto chiaro collegato durante una tavola rotorna virtuale di Fipe-Confcommercio.

Massimo Bottura contro i ristori, ma il web non apprezza (Facebook)

Il titolare della pluriremiata ‘Osteria Francescana‘ e di altri locali nel mondo (un fatturato stimato in 200 milioni di euro l’anno) ha lamentato il fatto che la categoria si sente abbandonata. Finora secondo lui ci sono state troppe parole e pochi fatti, promesse disattese.

E fa un esempio vissuto in prima persona: “Per sostenere le spese relative alla messa a norma dei locali tra macchine destinate alla purificazione dell’aria, mascherine, gel, scanner mi sono visto riconoscere una quota di 865 euro. Ma che rimborsi sono?”. Anche le tasse  non vanno: la seconda rata è stata sospesa, ma la prima l’hanno dovuta pagare. In più visti i ritardi della cassa integrazione, ai suoi dipendenti l’ha anticipata lui.

Bottura riconosce di poterselo permettere, che fortuinatamente i suoi locali godono di buona salute. “Ma chi si occupa di tutti gli altri? La ristorazione è il primo turismo per cui gli americani vengono in Italia, ma è una questione di qualità, non di quantità. Siamo diventati delle botteghe rinascimentali dove facciamo cultura” ha concluso.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Massimo Bottura (@massimobottura)

Massimo Bottura contro i ristori, il web è un fiume in piena contro di lui

La crociata di Massimo Bottura contro i ristori bassissimi del governo e la sua richiesta sdi separare i bar dai ristoranti ha scatenato da subito un oceano di polemiche. Sono molto infatti quelli che via social contestano il pulpito della predica ricordando che nel suo locale solo gli antipasti partono da 80 euro. Ecco solo un esempio dei post: