Tecnologia

Lo snaturamento dei Social Network

image

Questo vuole essere un articolo di critica verso tutti coloro che, ahimè, sono più “terra terra ” in ambito tecnologico.

Con l’evoluzione della tecnologia e l’avvento anche dei social network, sono stati coniati tanti nuovi termini: dal “facebokkiamoci” al “whatsappami” per esempio. Sostantivi che, non so voi, mi provocano un lungo brivido sulla schiena.

Fin quando il tutto in questione é ristretto ad una piccola cerchia che lo utilizza nel miglior modo possibile e soprattutto correttamente, allora si rimane nel giusto, passatemi il termine. Ma quando poi si inizia ad esagerare, la bolla esplode fra le mani degli stessi utenti.

Un esempio? Twitter. Ormai qualsiasi programma televisivo o radiofonico prevedere l’utilizzo di un hashtag per poter interagire.
Così facendo abbiamo sostituito i vari SMS con questo mezzo più rapido, ma abbiamo snaturato completamente il social network in sé per sé.

Ad oggi mi rivedo molto in “luoghi” come Google+, dove si é in pochi e si riesce ad interagire meglio e con persone che condividono le stesse esperienze. Non che su Twitter o Facebook non si possa fare ma…

Non metto in dubbio che ognuno faccia ciò che vuole con i propri “mezzi” e, come detto ad inizio articolo, questo é il mio pensiero critico nei confronti di questi “ignoranti”.

So che questo articolo potrà mettere in disaccordo molti di voi, ma come ho sempre detto, questo blog incarna il mio pensiero.

About the author

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato InstaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.