instaNews
instaNews > Recensioni > Accessori > Recensione: Aukey Aolly PB-A1A Powerbank 3300 mAh

Recensione: Aukey Aolly PB-A1A Powerbank 3300 mAh

Grazie ad Aukey sto provando in questi giorni un altro fantastico powerbank di questa azienda, più nello specifico il modello PB-A1A da 3300 mAh che si distingue dagli altri attualmente sul mercato per via della sua particolare costruzione in lega di zinco.

Confezione:

All’interno della confezione abbiamo il classico contenuto dei prodotti Aukey che già abbiamo visto nei precedenti modelli. Parliamo quindi del powerbank in questione, la custodia in velluto per la protezione, il cavetto Micro USB per la ricarica ed infine la simpatica ventosa.

Design e dimensione:

Con un peso di 5,9 once ed una dimensione generale abbastanza ridotta rispetto alla concorrenza, questo powerbank riesce ad unire in un solo prodotto stile, qualità e robustezza. Lo zinco gli dona quel tocco in più che a molti powerbank manca, ma ne pagherete le conseguenze in termini di peso.

Non è propriamente il più leggero del mercato e forse, alla pari di altri prodotti della stessa azienda, nemmeno il più capiente in queste dimensioni, ma se volete qualcosa di veramente differente e di particolare con questo prodotto farete centro.

Hardware:

Dotato di una porta USB classica per la connessione e la ricarica dello smartphone più una micro USB per la ricarica della batteria stessa.

Sulla carta il produttore dice di essere in grado di garantire fino a 7 ore di conversazione, più nello specifico riuscirete a ricaricare completamente qualsiasi smartphone con almeno 3000 mAh di batteria.

Tempi di ricarica ? In linea con i competitors, niente di più niente di meno.

Videorecensione:

Conclusioni:

Come detto nel video ad un prezzo di 13,99 euro si pone come uno dei prodotti più appetibili in questo settore. Come detto nella recensione la stessa Aukey propone prodotti anche più capienti allo stesso prezzo se non qualcosa in meno, ma la costruzione di questo prodotto è l’unico vero motivi per cui preferirlo.

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato instaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.