instaNews
instaNews > Tecnologia > Messenger, il Telegram di Facebook

Messenger, il Telegram di Facebook

Facebook Messenger
Facebook Messenger

Ormai qualche anno fa abbiamo assistito all’acquisizione di Whatsapp da parte di Facebook per una cifra faraonica. Successivamente si era poi parlato di diverse possibili integrazioni o unificazioni fra la piattaforma appena acquisita e quella che il noto social network aveva sviluppato da tempo integrata al suo sistema, Messenger.

Da qualche tempo ho ripreso ad utilizzare Facebook come strumento costante ed integrante della mia vita/lavoro. Indubbiamente oggi é uno strumento troppo diffuso per essere ancora ignorato sia dal punto di vista personale che da quello professionale. Di conseguenza imbattermi in Messenger era più che mai scontato.

Nel corso degli anni le cose sono notevolmente migliorate ed ad oggi lo trovo più che mai una validissima alternativa allo stesso Whatsapp. Se vogliamo la stessa Facebook ha cercato di portarlo verso quella direzione – inserendo la possibilità di divulgare il proprio numero di telefono – ma allo stesso tempo ha forse anche capito che entrambe hanno bisogno di rimanere staccate.
Al momento lo vedo come una sorta di Telegram – con i relativi limiti – ma che ha dalla sua il grande vantaggio di essere integrato con il più grande social network al mondo. Infatti potrete tranquillamente inviare file, fare chat di gruppo o perchè scrivere a persone “sconosciute” di cui non conoscete altro se non che il nome.

Forse oggi ho capito il perchè Facebook non vuole snaturare troppo Whatsapp, ha già Messenger che è esattamente come Telegram.
Ovviamente anche io rimango un grande fan di quest’ultimo sistema di messaggistica – tanto che ho spostato li la maggior parte delle mie conversazioni – ma allo stesso tempo ha ancora il grande fardello di non essere conosciuto a dovere da tutti.
Insomma se volete fare tutto nel vero senso della parola e non volete optare per un’altra applicazione, per un’altro sistema differente, allora scegliete Messenger.

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato instaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.