Altro Editoriali Tecnologia

Instagram: consigli per ottenere più interazioni

Instagram è uno dei social del momento e non nascondo che attualmente sia il mio preferito (nella mia personale classifica ha scavalcato anche Twitter). Proprio perché si tratta di un social in continua evoluzione ho effettuato varie ricerche sulle modalità migliori per pubblicare ed ottenere più interazioni possibili.

Dall’alto dei miei quasi 600 follower (a proposito, seguitemi se vi va: instagram.com/19deimon90) non posso ritenermi di certo un Guru dell’Internet o un Influencer di Instagram però voglio condividere con voi alcuni consigli che mi sono stati riportati e che ho trovato molto utili:

  1. Orario in cui postare: esiste un orario in cui conviene postare per aumentare la visibilità? La risposta è ni. Ci sono degli orari che sono considerati migliori rispetto ad altri: prima mattina, ora di pranzo e dopo cena sono le tre fasce orarie in cui si consiglia di postare in quanto le statistiche ci dicono che vi è maggiore presenza degli utenti su Instagram visto che sono gli unici momenti della giornata in cui si stacca dal lavoro e dagli impegni quotidiani e ci si può rilassare e scorrere la nostra Timeline. Tuttavia ogni account ha i suoi follower e non per tutti sono indicati gli stessi orari in cui postare (ognuno deve capire quali sono i suoi)
    Gli orari in cui i miei post hanno maggiori interazioni
  2. Hashtag: l’utilizzo corretto degli hashtag può incidere notevolmente sui like e la visibilità che la vostra foto può ottenere. Per chi non lo sapesse la funzione che hanno gli hashtag è quella di rendere visibile la vostra foto il più possibile tramite la ricerca interna ad Instagram. Facciamo un esempio: se fate una bella foto ad un tramonto (con i tramonti si va sempre sul sicuro 😉 ) e non mettete nessun hashtag la vostra foto sarà visibile soltanto ai vostri follower mentre, usando hashtag come #sunset #sunsetlovers o #sunsetporn la vostra foto sarà presente in tutte le ricerche che la gente effettua con questi hashtag. Utilizzare hashtag con una grande visibilità ha i suoi pro e contro: se da una parte la vostra foto sarà visibile a molte persone, dall’altra rimarrà visibile in cima alla ricerca per poco tempo dal momento che altre prenderanno il suo posto visto che la ricerca per hashtag posiziona le foto in ordine cronologico dalla più recente alla più vecchia. Un altro consiglio che posso dare sugli hashtag è quello di utilizzare hashtag inerenti con il contenuto della vostra foto altrimenti non saranno molto utili. Alcuni siti su cui trovare gli hashtag migliori sono Top-hashtags.com o TagsForLikes.
  3. Scelta della foto e della descrizione: ovviamente, dato che Instagram è un social visivo, la scelta della foto giusta è un aspetto fondamentale. Fate una bella foto, modificatela con un bel filtro e già siete a metà dell’opera. La descrizione, inoltre, può aiutarvi: personalmente mi piacciono le descrizioni brevi e che non si dilungano troppo (non le leggerei comunque fino in fondo)
  4. Varie ed eventuali: ci sono anche altre variabili che possono influire nelle vostre interazioni. Alcune persone sono diventate “popolari” perché sono state suggerite da Instagram stesso (cosa molto rara e di cui ancora non si conosce bene il funzionamento), altri possono guadagnare follower tramite i repost che account popolari fanno delle loro foto (taggate gli account della vostra zona se ad esempio postate foto di paesaggi o monumenti), altri partecipando agli Instameet organizzati dagli account Igers della vostra regione. Ultima cosa ma non meno importante: siate voi i primi ad interagire mettendo “mi piace” e commentando foto di altri instagrammers per creare un sorta di relazione con gli altri utenti.

In conclusione non esistono dei trucchi o segreti per incrementare le interazioni su Instagram ma soltanto degli accorgimenti che possono contribuire. E voi usate Instagram? Vi piace così o lo migliorereste in qualche modo?

About the author

Riccardo Delle Monache

Studente di Economia appassionato di tecnologia e sport. Mi piace scrivere perché permette di esprimere te stesso.