instaNews
instaNews > Tecnologia > WhatsApp introduce l’autenticazione a due fattori

WhatsApp introduce l’autenticazione a due fattori

WhatsApp logo

Nonostante le svariate alternative WhatsApp continua a rimanere l’applicazione per la messaggistica più conosciuta ed utilizzata al mondo e nelle ultime ore sta iniziando, tramite beta, il rilascio di un’importante funzione: l’autenticazione a due fattori.

Che cos’è l’autenticazione a due fattori?

L’autenticazione a due fattori, conosciuta anche come 2FA (2 factor athentication), non è altro che un metodo per rendere più sicuri i nostri account. Google, Dropbox, Microsoft, Twitter, Facebook e molti altri siti web/servizi offrono l’opzione di attivare uno step aggiuntivo necessario per completare l’accesso dopo aver inserito la password.

Solitamente questo secondo passaggio viene effettuato tramite un codice ricevuto tramite SMS o tramite un’app installata sullo smartphone.

Ovviamente in caso non l’abbiate già fatto noi vi consigliamo di attivare l’opzione su tutti i vostri account.


WhatsApp è da mesi che lavora per migliorare sicurezza dell’app e dei dati trasmessi e, dopo aver introdotto la crittografia delle chat, il prossimo step è appunto rappresentato dall’autenticazione a due fattori. L’attuale sistema infatti si è dimostrato pericoloso a causa di alcune falle dei gestori telefonici.

 whatsapp-2fa-2
Per abilitare la nuova funzione è necessario aprire le impostazioni di WhatsApp e recarsi nel menu relativo all’account. All’interno sarà presente una nuova voce relativa alla funzione e per attivarla sarà necessario inserire un codice di 6 cifre. Verrà inoltre richiesta una mail tramite la quale sarà possibile ripristinare il codice in caso l’utente se lo dimentichi.
Una volta inserite le informazioni richieste nessuno sarà in grado di accedere all’account di WhatsApp senza essere in possesso del codice o senza accesso all’account mail inserito.

 

La funzione è già disponibile per gli utenti di iOS o Android iscritti al programma beta. In caso siate utenti Android è possibile iscriversi tramite questa pagina del Play Store.

 

Immagini: Android Police

Filippo Favaro

Amo la tecnologia ed in particolar modo il mondo degli smartphone e computer. Divoratore seriale di serie TV.
Di recente sono passato al lato oscuro .