instaNews

Recensione: Huawei P9 Plus

dsc02064

Grazie a Huawei Italia abbiamo avuto modo di provare sul campo Huawei P9 Plus, un prodotto che potrebbe sembrare identico al P9 normale, ma che in realtà offre delle caratteristiche uniche e peculiari che per certi aspetti lo rendono migliore.

Confezione:

La confezione di vendita è ormai una garanzia con Huawei: curata, con i giusti accessori di qualità e mai banale. Anche in questo caso abbiamo a disposizione tutta la cavetteria completa ed un paio di auricolari di fattura buona, ma non eccelsa.

Design e dimensione:

Non parliamo di uno smartphone ultra portatile, ma il lavoro fatto da Huawei per assottigliare le dimensioni di questo cellulare è stato buono. Peccato non essere riusciti a limare ulteriormente le cornici superiori ed inferiori, in quel caso ci saremmo ritrovati davanti forse il phablet migliore del mercato da questo punto di vista. Per i più fanatici dei numeri abbiamo delle dimensioni pari a 152.3 x 75.3 x 6.98 mm ed un peso di 162 grammi.

Purtroppo il tasto dolente è nella back cover che per via dell’ottimo alluminio utilizzato, che conferisce un senso di robustezza incredibile allo smartphone, tende a scivolare tantissimo tanto da costringere quasi l’uso di una cover.

Hardware:

Nulla da dire dal punto di vista hardware. Allo smartphone non manca nulla, neppure il 3D Touch sebbene sia completamente inutile e nemmeno presente in molte delle funzionalità presenti della stessa Huawei. Ottimo il processore Kirin 955 che insieme ai 4GB di RAM ed alla memoria interna da 64Gb ultra veloce, rendono lo smartphone un fulmine tanto da non ricordare un prodotto di pari livello con una UI così pensate come quella cinese.

Buono il display, un’altra eccellenza di questo prodotto sebbene sia ancora un FullHD (una scelta che approvo) e che sfrutti la tecnologia AMOLED. I colori sono più saturi ed allo stesso tempo però riescono a dare una lucentezza al display impressionante in ogni condizione anche sotto il sole. Veramente un ottimo pannello.

Completano la dotazione poi il comparto hardware il Bluetooth 4.1, il Wifi N ed un ottimo comparto radio che arriva fino al 4G a 300 Mbit al secondo in download e 50 in upload con una ricezione mostruosa ed imbarazzante per tutti gli altri terminali.

Software:

Non ci siamo, questa Emotion UI 4.1 non mi ha stupito per niente ed anzi la trovo veramente troppo invasiva rispetto a tante altre concorrenti. La pesantezza non si sente grazie all’ottimo comparto hardware ed allo stesso tempo però si nota come alcuni aspetti siano ancora troppo orientali e penalizzanti per il dispositivo. Speriamo che in futuro possa essere notevolmente migliorato perchè questo rimane quasi l’unico problema di questi terminali.

Fotocamera:

Dual camera. Leica. Tanta pubblicità e sostanza a metà. Le fotografie sono ottime non credete, ma non sono secondo me perfette come ci si potrebbe aspettare. Il sensore posteriore è da 12 megapixel mentre quello anteriore da 8.

La pecca risiede ancora nel software non propriamente perfetto ed intuitivo tanto che molte delle funzioni decantate e pubblicizzate sono da scoprire sotto tantissimi menù nascosti.

Batteria:

3400 mAh si sentono parecchio e l’azienda ha lavorato benissimo tra il comparto hardware e quello software tanto da renderlo un ottimo prodotto da questo punto di vista. Le ore di schermo si attestano sempre intorno alle 4/4.30 ed il battery drain in standby è molto omogeneo.

Videorecensione:

Conclusioni:

Con un prezzo online di circa 500 euro, questo smartphone si colloca nella fascia alta del mercato avendo però tutte le carte in regola per essere valido, duraturo e maturo per tutti gli utenti. L’unica grande pecca per me è nel software troppo complesso per certi aspetti e che sminuisce la bellezza e la potenza dello stesso prodotto. Speriamo possa migliorare e poi diventerà sicuramente uno smartphone best-buy nel tempo.

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato InstaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.