instaNews

La mia prima esperienza di domotica

maxresdefault

Come da buon amante della tecnologia, nell’ultimo periodo ho iniziato a guardare molto più con attenzione gli accessori legati alla domotica per cercare di rendere la casa in cui vivo molto più smart e tecnologica.

Il primo passo lo ho fatto con le luci, un settore che sin dal lancio delle prime Philips Hue mi ha affascinato. Queste erano proprio il modello selezionato per l’acquisto iniziale nel settore con tanto di bridge centrale per poterle controllare nell’intero appartamento. Sui prodotti nuovi però sono molto spesso titubante tanto che spendere 200 euro circa per provare o semplicemente togliermi uno sfizio mi sembravano esagerati.

Sono andato alla ricerca di valide alternative ed indovinate quale brand mi è venuto in soccorso? Ovviamente Xiaomi o meglio Yeelight. I prodotti da loro realizzati sono di buona qualità ed a prezzi accessibili tanto che il “bulbo” bianco lo ho pagato in offerta poco più di 7 euro.

Arrivato ed installato in pochi secondi ho iniziato ad usarlo generando stupore tra i familiari che, se in primo momento erano rimasti un pochino delusi, successivamente si sono ricreduti apprezzando la bontà e l’utilità del dispositivo in generale.

Una prima esperienza con la domotica assolutamente positiva, ma sulla quale ho ancora delle remore. Purtroppo, vuoi per paura, spesso noi in casa spegniamo tutti gli interruttori e le ciabatte prima di uscire, non si sa mai. In questo modo dovrei sempre lasciare accesa la lampada di turno (o le lampade in futuro) con annesso il modem WiFi. Ok, siamo nel 2016 e dovrebbe essere la prassi, ma io ho ancora delle paure in questo senso e stacco sempre tutto. So che questo non dovrebbe essere il modo corretto per utilizzare questi prodotti che andrebbero sempre lasciati accessi, ma in questo caso se non sono collegato al WiFi della casa non posso controllare nulla.

Non saranno dei prodotti assolutamente indispensabili su questo siamo d’accordo, ma tutte le remore del caso potrebbero scomparire quando siete a letto e non avete voglia di alzarvi ad esempio. Con un tap dallo smartphone spegnerete tutto tanto da ricredervi della vostra scelta, fidatevi.

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato InstaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.