Hardware

Recensione: Honor 8

Premetto subito che questo smartphone ha fatto vacillare la mia grande posizione in merito allo smartphone di lavoro. Sapete che adoro iOS per questo ambito e che difficilmente riesco a non utilizzarlo. Beh attenzione, questo Honor 8 ci è quasi riuscito.

Confezione:

Molto bella e curata. Si vede che Honor ha voluto fare qualcosa di diverso levando quell’azzurro che ha caratterizzato tutti i suoi smartphone in favore di un più sobrio bianco ed una confezione studiata come quella del P9. Al suo interno troviamo: il cavo USB Type-C per la ricarica, un caricatore da parete, degli auricolari di buon livello ed una graffetta per estrarre il carrello delle sim o della microsd.

Design e dimensione:

Dal punto di vista costruttivo anche qui è stato fatto un grande passo in avanti. Troviamo infatti un frame in metallo ed un doppio vetro, anteriore e posteriore, che donano una grande robustezza generale allo smartphone. Nessuno scricchiolo e nessuna imperfezione costruttiva, sembra quasi perfetto. Il grande difetto sta nel trattamento della parte posteriore che, qualsiasi sia la superficie a cui è appoggiato, scivolerà via come una saponetta.
Parlando delle dimensioni invece, con i suoi 145.5 x 71 x 7.45 mm e 153 grammi di peso che non si sentono in mano, lo smartphone sta bene tra le mani ed ha la giusta dimensione degli attuali top di gamma del settore.
Il design nonostante tutto mi piace. Sebbene sia ispirato ad un iPhone, non potete dirmi il contrario, si nota lo stacco con il passato ed il nuovo design è molto più ricercato e curato.

Hardware:

Dal punto di vista hardware abbiamo tutto quello che uno smartphone top di gamma dovrebbe avere. Processore Hisilicon Kirin 950 octa core con 4GB di memoria RAM e 32GB di memoria interna espandibile. Il telefono non perde mai un colpo e risulta sempre più che scattante in ogni sua operazione generale che sia la più semplice o la più complessa.
Il display è un’ottima unità da 5,2 pollici fullHD IPS che mi ha stupito per i suoi colori e per le sue tonalità generali. Buona la luminosità che vi permetterà sempre di vedere i contenuti sul display in ogni situazione di luce.
Completano poi il parco hardware il Wifi ac, il Bluetooth 4.2 ed il GPS che funzionano egregiamente.
Concludendo la disamina parliamo di ricezione e qui mi basterebbe dire solamente Huawei. L’azienda cinese realizza dei terminali che lavorano bene con ogni operatore ed hanno una ricezione decisamente sopra la media. Io con 3 non ho mai avuto un problema ed ho sempre navigato in 4G se non in 4G Plus in alcune zone di Torino.

Software:

A differenza di altre interfacce proprietarie questa EMUI non mi è dispiaciuta più di tanto. Il design che si ispira molto ad iOS ed alla Miui rende lo smartphone più user-friendly per certi aspetti ed Honor inserisce anche un parco software completo per ogni esigenza. Tuttavia non è esente da bloatware ed anche in questo dispositivo troviamo giochi ed applicazioni pre-installate e frutto di partnership commerciali. Sono sempre della stessa idea, a me queste applicazioni danno fastidio.

Fotocamera:

Non siamo ai livelli di Galaxy S7 ed LG G5 secondo me, ma allo stesso tempo il livello è sicuramente pari quasi a quello del P9 della stessa azienda. I risultati mi sono piaciuti ed il classico punta e scatta viene completato bene dalle camere da 12 megapixel. Così come il P9 anche qui abbiamo un doppio sensore che però, personalmente, ho sfruttato veramente poco. I video mi sembrano di buon livello però forza l’assenza della stabilizzazione un pelo potrà farsi sentire in alcune situazioni.
Nulla da dire sulla camera anteriore, fa il suo lavoro è abbastanza definita ma è sempre troppo satura dei vari filtri che gli orientali applicano di default.

Batteria:

3000 mAh di capacità ed una fantastica ottimizzazione generale tra software ed hardware permettono a questo Honor 8 di raggiungere una giornata e mezzo di uso senza problemi. Pensare alla dotazione hardware del prodotto ed ad una resa di questo genere fa sicuramente stupore e non posso che attestare l’ottimo esito del lavoro fatto.

Videorecensione:

Conclusioni:

Come avrete capito questo Honor 8 mi è piaciuto, tanto. Amo iOS e questo è il primo terminale che mi ha fatto veramente vacillare dopo mesi di univoca direzione. Mi piace tanto e costa poco, 399 euro di listino ma su Amazon ormai si trova anche a meno in maniera molto facile. Ha tutto per essere considerato tra i migliori smartphone ancora in commercio ma allo stesso tempo da anche uno schiaffo ai più blasonati e cari concorrenti, tra cui lo stesso P9.

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato InstaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.

  • Vale Xanter

    Ciao. Ottima recensione, credo che lascerò il mio G3 per passare ad Honor 8. Ma avrei una domanda da farti. Il widget del calendario che si vede in foto, fa parte della dotazione software di Honor 8 o è scaricabile dal play store? E in quel caso, quale app è? Grazie.