instaNews
instaNews > Recensioni > Accessori > Recensione: ADJ Ulisse

Recensione: ADJ Ulisse

Altro giro, altro zaino da provare e nello specifico oggi ci focalizziamo sul nuovo ADJ Ulisse che non fa sicuramente dell’aspetto estetico il suo punto di forza.

Design e dimensione:

La prima cosa che ho notato in questi giorni di uso è stata la sua forma particolare: basso e che si sviluppa in orizzontale piuttosto che in verticale. Non sono un grande fan di queste soluzioni anche perché sono altro 1,85 metri ed a livello visivo stona parecchio oltre ad essere decisamente sbilanciato all’indietro.
Una volta indossato si dimostra uno zaino solido, robusto, resistente all’acqua della pioggia ed in grado di offrire delle buone sensazioni generali, non ottime. Ci sono ben 4 diverse tasche che permettono praticamente di trasportare qualsiasi genere di prodotto e/o dispositivo come un notebook fino a 15,6 pollici, un tablet ed una serie di quaderni nonché vi è la possibilità di organizzare al meglio piccoli accessori nella tasca frontale. Insomma la capacità di carico non è un problema, forse potreste fare difficoltà  in caso di trasporto di una ciotola per il pranzo ma è un’esagerazione come potrete ben capire.
Molto intelligente, nonché interessante, la maniglia superiore realizzata con un filo di metallo e rivestita in plastica così da risultare molto più robusta e solida nella presa rispetto al tessuto. L’aspetto estetico personalmente non mi è piaciuto, anzi. Lo trovo dozzinale con tutte quelle cerniere doppie ed argentate che, oltre a risuonare in continuazione, lo rendono quasi una “cinesata”.

Conclusioni:

Si tratta di un buono zaino ma che personalmente non so se riuscirei a consigliarvelo. Indubbiamente è realizzato bene ma alcune delle scelte personalmente non le condivido ed il prezzo di 39,90 euro lo rende si appetibile ma in una situazione in cui la concorrenza è decisamente più agguerrita. Io non lo ho trovato del tutto comodo per la mia stazza fisica ed il suo svilupparsi in orizzontale mi sbilanciava parecchio quando avevo l’attrezzatura a pieno carico. L’occhio vuole la sua parte e su questo prodotto il mio purtroppo non si è mai riuscito a fermare.

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato instaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.