L’iPhone diventerà la nostra cartella clinica?

Tra le tante peculiarità che preferisco di iOS rispetto ad Android, c’è l’applicazione Salute che, nonostante possa sembrare una cavolata, riesce a darti un minimo di sicurezza in più qualora mai (facciamo tutti gli scongiuri) succedesse qualcosa.

La CNBC riporta come Apple stia seriamente lavorando ad un misuratore di glucosio all’interno del prossimo Apple Watch così da permettere un monitoraggio ancora più completo di molte delle funzioni vitali di ogni essere umano. Non sarà nulla di trascendentale a livello medico, ma sicuramente potrà dare una mano in più ad ogni possessore nel migliorare il propri stile di vita.

In questo modo l’applicazione Salute aumenterà ulteriormente il proprio valore all’interno del sistema operativo nonché permetterà di conoscerci al meglio in ogni tipologia di situazione.

Cara Apple, è vero però che permetterai di sincronizzare tutti i dati via cloud e che saranno accessibili da ogni dispositivo? Grazie.

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato InstaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.