Intrattenimento

Attacco alla HBO, cosa è stato rubato?

L’inverno è arrivato in uno dei periodi più caldi dell’estate ed HBO probabilmente stava festeggiando visti i numeri fatti dalla settimana stagione di Game of Thrones ma proprio in questo periodo così torrido sono stati vittima di un cyber-attacco dove, secondo gli attaccanti, sono stati rubati circa 1,5 Terabyte di dati contenenti numerose informazioni sulle loro serie di maggior successo quali Game of Thrones, Ballers Room 104.

Ma cosa hanno rubato di preciso gli hacker? E soprattuto, è possibile un leak di tutta la settimana stagione? Alla seconda domanda attualmente è impossible rispondere con certezza, visto che gli hacker stessi hanno comunicato che rilasceranno il materiale trafugato con il passare del tempo, però per adesso sappiamo che:

  • L’HBO ha confermato l’attacco e sia l’FBI, sia Mandiant, stanno lavorando per trovare i cyber-criminali.
  • Se la dimensione dei dati rubati è reale si tratterebbe di un attacco dove sono stati rubati oltre sette volte la quantità di dati rubati a Sony nel 2014, dove erano stati trafugati circa 200 Gigabyte di dati.
  • HBO stessa era preparata ad un avvenimento del genere, costringendo attori ed impiegati ad attivare l’autenticazione in due fattori nelle email per evitare che qualcuno potesse impossessarsi dei copioni, ma a quanto pare non è stato sufficiente .
  • Oltre il leak della quarta puntata della settima stagione, avvenuto qualche giorno prima del rilascio ufficiale, non sono state rilasciate altre puntate intere, ma potrebbero averne alcune che rilasceranno qualche giorno prima della messa in onda.
  • La puntata trapelata, ossia la 7×04, “The Spoils of War”, non era inclusa nel 1,5TB di dati, bensì è stata rubata da un distributore esterno, Star India.

Ovviamente le motivazioni dell’attacco possono essere le più varie, quella che forse è la pista più probabile è quella economica. Indebolire l’emittente che produce e detiene i diritti della, indubbiamente, serie tv più vista e chiacchierata degli ultimi anni sembra una motivazione abbastanza ragionevole visto che anche molti abbonanti paganti non hanno resistito ed hanno visto in anticipo la puntata.

via

Leonardo Razovic

Uno studente di Ingegneria Informatica di 20 anni appassionato di tecnologia con un serio problema di dipendenza da serie tv.