instaNews
instaNews > Sport > Non era giusto punire Cutrone

Non era giusto punire Cutrone

Cutrone non è stato, giustamente, squalificato dopo l’episodio contro la Lazio in cui ha segnato con una mano.

C’è stato un errore e questo è chiaro per tutti, ma Cutrone non andava squalificato.Questo dovrebbe essere chiaro a tutti, tifosi e non, solamente guardando le immagini e vedendo come il ragazzo compia un gesto del tutto naturale.

Tralasciando le dichiarazioni post partita e tutto ciò che è emerso nelle ore successive, punire un calciatore per aver segnato di mano non è propriamente corretto. Il regolamento parla chiaro ed il goal andava annullato e siamo tutti d’accordo. Il problema è che ogni caso va analizzato dettaglio per dettaglio e qui si vede chiaramente come il gesto non sia assolutamente volontario.

I tifosi della Lazio sono furibondi, giustamente, per aver perso la partita ma la colpa non è della giovane punta del Milan, anzi. A maggior ragione, se avete giocato un minimo a pallone lo saprete, anche l’adrenalina può giocarti brutti scherzi e non farti rendere conto di ciò che succede in mezza frazione di secondo. Non stiamo parlando del goal di Messi o di Maradona, ma qui ci sono tutti i presupposti per capire che nemmeno il numero 63 si sia accorto di averla presa con la mano.

Giusto così per la non sanzione, ma sicuramente il VAR doveva fare molto, molto ed ancora molto di più. La Lazio recrimna giustamente, come darle torto.

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato instaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.