instaNews
instaNews > Tecnologia > Ho. Mobile e quella settimana senza telefono

Ho. Mobile e quella settimana senza telefono

Esattamente oggi è una settimana che il mio numero è passato ad un’altra persona ed Ho. Mobile ancora non sa come rimediare.

La settimana scorsa vi avevo raccontato, se ricordate, di come Ho. Mobile aveva portato via il numero di telefono di mio fratello senza alcun motivo apparentemente giusto. Ci sono stati dei problemi e dei disguidi, questo ormai è chiaro, ma allo stesso tempo la società non mi ha mai voluto dare una motivazione o tantomeno una soluzione per il problema.

Oggi è esattamente una settimana che il numero di telefono è passato nelle mani di una persona sconosciuta e distante da me ben 1300 chilometri. L’unica soluzione proposta dalla società è stata quella di incontrarci a metà strada con la consegna fisica della scheda e per firmare i documenti del passaggio di proprietà. Altre soluzioni? Nessuna, solo tante promesse e mai una di esse mantenute con tutta una serie di ticket aperti e mai e poi mai chiusi.

Il disagio non è legato solamente alla perdita del numero. Fortuna vuole che ho trovato una persona onesta e che ha capito la situazione essendo anche lui all’interno di un disagio non da poco. Volendo, avendo tra le mani questo numero, potrebbero essere tranquillamente effettuate delle operazioni bancarie così come il poter accedere ai social personali come WhatsApp e Telegram.

Io mi chiedo solo una cosa, ma stiamo scherzando?

Al netto che probabilmente sarà stato il primo caso in Italia che la società non è stata in grado di gestire, ma una settimana senza telefono? La situazione per me è abbastanza paradossale e, purtroppo, molto molto negativa. Sebbene il servizio funzioni a livello di rete e non mi possa lamentare per questo, come posso poi andare a fidarmi e magari passare o attivare un altro mio numero in futuro?

Contenti loro contenti tutti, no? Ad ogni modo in questo momento mi sento di consigliare più Iliad che Ho. e mi spiace sinceramente dirlo ma almeno le problematiche lì sono state ampiamente risolte.

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato instaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.