Ho risolto il problema con Ho. Mobile con le minacce • instaNews
Editoriali Tecnologia

Ho risolto il problema con Ho. Mobile con le minacce

Alla fine ho risolto i problemi con Ho. Mobile e purtroppo il tutto grazie a delle minacce.

Se avete seguito la vicenda relativa ad Ho. Mobile nelle scorse settimane, saprete che ne ho letteralmente passate di cotte e di crude. Il soggetto in causa era mio fratello, ma essendo io quello che si occupa di questo genere di cose in famiglia, diciamo che ero esposto in prima linea.

Stanco per l’ennesima presa in giro, ho iniziato letteralmente a pedinare il gestore. Ho deciso di iniziare a chiamare giorno e notte Ho. Mobile visto anche che piano piano le code iniziali sono scemate e le attese telefoniche non era poi così lunghe. Ho mantenuto la mente lucida e fredda fino a giovedì mattina quando ho letteralmente sbroccato. Era l’ennesima presa in giro che ricevevo e nessuna risoluzione proposta o trovata da parte dell’azienda. Per l’esattezza era una settimana e due giorni che il numero di mio fratello gli era stato espropriato senza alcun motivo.

Fortuna vuole che l’operatrice che ha risposto era una delle precedenti con cui avevo già parlato e che, dandole il cognome, si è ricordata subito di tutto quanto. È rimasta basita anche lei ed al mio chiedere gli estremi legali più una doverosa risoluzione del problema nel corso di massimo 24 ore con un tono più che mai alterato, non ha battuto ciglio. Mi ha chiesto una mezz’ora di attesa in cui mi avrebbe richiamato e mi sono fidato per l’ennesima volta. Così è stato e dopo una mezz’ora mi ha ricontattato dandomi per prima cosa tutti gli estremi legali per procedere contro l’azienda e poi in secondo luogo mi ha trovato la soluzione. In pratica hanno cambiato loro internamente l’anagrafica della scheda con il vero proprietario, mio fratello, ed hanno poi parlato con un rivenditore di Torino per farmi mettere da parte una sim in maniera tale da “sostituire” quella attiva, e fra le mani della persona di Lecce, e rientrare in possesso del numero. Tempo 24 ore ed era tutto risolto dopo oltre una settimana di insulti, arrabbiature ed infine minacce. Ci andava tanto? Farlo prima?

Ora, al netto di questo, ho una paura estrema nel fidarmi ancora una volta di questo operatore. Lo dico sinceramente pur avendo fra le mani una loro scheda personale che avevo intenzione di commutare nel mio numero principale. Ok è sempre Vodafone, ma non c’è assistenza qui. Ben me ne vogliano gli odiatori di Iliad, ma la situazione lì è molto diversa con gente che, spedizioni a parte, è preparata su quanto può tendenzialmente accadere.

Ho. Mobile, grazie per la risoluzione del problema, ma l’hai fatta grossa.

About the author

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato InstaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.