Recensione: Horsky ZK-P010 tastiera gaming • instaNews
Accessori

Recensione: Horsky ZK-P010 tastiera gaming

La Horsky ZK-P010 è una tastiera a membrana, retroilluminata a LED e con dimensioni standard. Un prodotto cinese proposto ad un prezzo davvero economico con una discreta qualità generale: un best-buy per lo svago occasionale.

Horsky ZK-P010

Confezione:

Il packaging è realizzato interamente in cartone e include all’interno esclusivamente la tastiera, protetta da un rivestimento in gomma antiurto, e un piccolo manuale multilingua. Sulla scatola è riportato in modo ben visibile solo la scritta ZK-P010 mentre non viene specificata la marca, questo perché lo stesso prodotto è possibile trovarlo rimarchiato da diversi produttori.

Design e dimensione:

Prendendo in mano questa tastiera si ha fin da subito una sensazione di solidità. E’ stata realizzata in con materiali di buona fattura: alluminio nella parte superiore, che risulta essere leggermente inclinata, e plastica ABS per il resto del telaio. Horsky ZK-P010 misura 43,5 x 14,0 x 4,3 cm e pesa poco meno di un chilogrammo; tramite i piedini pieghevoli è possibile alzarla ulteriormente per adattarla meglio alla nostra ergonomia. La linea è tutto sommato sobria e, nonostante punti ad un pubblico ben preciso, potrebbe non sfigurare anche in ambiti diversi da quello casalingo; manca tuttavia il poggia-polsi per aiutare nell’utilizzo prolungato. Nonostante si tratta di un prodotto puramente economico troviamo il cavo USB, lungo circa un metro e mezzo, rivestito in tessuto anti-groviglio.

Hardware:

La Horsky ZK-P010 è una tastiera a membrana con layout italiano, tastierino numerico e retroilluminazione LED RGB. I meno esperti potrebbero scambiarla per meccanica per via del suono abbastanza marcato alla pressione di ogni singolo tasto ma imparagonabile a prodotti più costosi. Durante la digitazione questi ultimi risultano essere morbidi e restituiscono un discreto feeling; La distanza tra di loro l’ho trovata adeguata, esattamente come la corsa. Di notte essi sono facilmente individuabili grazie all’illuminazione LED, gestibile solamente tramite alcuni tasti funzione.

Infatti la Horsky ZK-P010 non dispone di un software proprietario e gli effetti/colori sono preimpostati; Potremmo scegliere tra l’effetto onda, pulsazione oppure mantenere un colore fisso (sette presenti in totale). Inoltre è possibile regolare l’intensità su quattro livelli differenti oppure disattivarla completamente. In ogni caso la personalizzazione RGB non si può applicare al singolo tasto ma si può differenziare in cinque aree di suddivisione oppure estenderla interamente su tutta la tastiera.

Un difetto abbastanza rilevante è che ad ogni successiva accensione del PC la tastiera riparte con le impostazioni predefinite; invece non dovete preoccuparvi se dopo circa dieci di minuti di inutilizzo la trovate completamente spenta: si tratta del risparmio energetico e basterà premente un qualsiasi tasto per riattivare l’illuminazione. Infine ci tengo a precisare che non sono presenti i tasti multimediali dedicati ma tramite combinazione con il tasto funzione più i tasti F1-F12 si potranno eseguire le azioni associate.

Conclusioni:

L’aspetto più interessante di questa tastiera è sicuramente il prezzo. La Horsky ZK-P010 si rivolge ai gamer alle prime armi ma, come accennato prima, è una valida alternativa anche in altri ambiti. Posso consigliarla a chi non ha particolari esigenze, non sentirete il bisogno di soluzioni più costose, mentre i puristi la potranno snobbare sotto molti aspetti. Mi è piaciuta la qualità costruttiva e il funzionamento in generale anche se manca di alcune features fondamentali come il salvataggio dell’illuminazione scelta oppure di un software per la personalizzazione. La conseguenza positiva di ciò è che non ha bisogno di nessun driver aggiuntivo per funzionare e una volta collegata alla porta USB è subito pronta per essere utilizzata.

About the author

Walter Tomiati

Sono appassionato di ogni cosa che riguarda la tecnologia. Nel tempo libero sviluppo applicazioni Android (Tomiati Dev, Kubix Studio).