instaNews
instaNews > Tecnologia > Come utilizzare iCloud Photo Library su Android

Come utilizzare iCloud Photo Library su Android

Avendo ripreso in mano un telefono Android, come già detto, mi sono scontrato con alcuni problemi software.

Sebbene non sia uno dei più grandi fan di Android, come detto, per alcuni aspetti mi sta convincendo. Pur non essendo ancora del tutto conscio di come ci possano essere delle differenze software con iOS che, per me, fanno ancora oggi la differenza. Rimango dell’idea che, ad oggi, iOS è per il personale su iPhone e lavoro su iPad mentre Android è solo lavoro su mobile e nulla di più.

Sono estremamente e profondamente legato al mondo Apple a partire dai componenti hardware fino ad arrivare al software. Molte delle applicazioni che uso sono pensate solo ed esclusivamente per i sistemi operativi di Apple ed ad oggi non ha senso l’esigenza di voler cercare una loro controparte su Android. Perché? Perché è semplice o non sono presenti o non hanno un livello di esperienza d’uso tale da farmele piacere. Per cui mi sono sempre limitato ad usare iOS per parecchi aspetti personali ed Android per altri in queste settimane.

E le foto? Bella domanda. Io pago ogni mese iCloud Drive per avere le mie foto, i miei backup e tutto quello che ne consegue. Ovviamente solo per i prodotti di Apple perché sappiamo come da questo punto di vista l’azienda di Cupertino sia molto molto gelosa. Ho tutte le mie fotografie su iCloud Photo Library ordinate per mese ed anno e, sinceramente, non mi va proprio di cambiare anche perché mi trovo benissimo e trovo che la sua app per macOS sia ottima per il mio uso.

Come posso sfruttare iCloud Photo Library su Android?

Semplice, non si può. O passate interamente a Google Foto, su cui io non sono mai stato d’accordo per via dei problemi legati alla mia privacy (si sono paranoico), oppure c’è un solo ed unico metodo ad oggi. Semplicemente prendete il vostro bellissimo Mac, collegate lo smartphone Android e tramite il gestore di trasferimento file (che dovrete installare manualmente) spostate le fotografie dentro l’applicazione Foto. Tempo qualche minuto e, a seconda della connessione, il gioco è fatto. Una volta fatto questo io in genere cancello le foto dal telefono Android così da non avere poi dei duplicati e/o dei refusi.

Le ho provate tutte da Telegram fino al passaggio con il Bluetooth paradossalmente ma nulla, questa credo sia la soluzione migliore ad oggi per il mio uso.

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato instaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.