instaNews
instaNews > Recensioni > Accessori > Recensione: zaino fotografico Inateck

Recensione: zaino fotografico Inateck

Inateck produce innumerevoli zaini di ogni tipo tra cui anche questo modello dedicato alla fotografia che può tornare utile in più di una occasione per i suoi molti scomparti.

622aa8d2 07c4 40f8 8056 929064da3728

Partiamo con il dire che questo zaino offerto da Inateck e dedicato al mondo fotografico è quasi tutti quello che si potrebbe aspettare da un prodotto simile. Personalmente la prima cosa che volevo constatare era la sua robustezza e con essa non intendo soltanto la resistenza agli urti quanto al suo essere rigido in ogni contesto per preservare il suo interno. L’azienda da questo punto di vista secondo me ha fatto centro non realizzando il più comune zaino che si “sgonfia” ma lasciando tutta la struttura bella rigida e a mio modo funzionale per il suo scopo finale.

 

Spostandoci invece ad analizzare quelle che sono le tasche e gli scomparti che mette a disposizione, possiamo tranquillamente dire che siamo davanti ad un modello in cui ci sta veramente di tutto. La tasca centrale è anche quella protagonista dell’alloggiamento di un eventuale corpo macchina e le relative lenti. Forse è un po’ meno morbido di quanto ci si potrebbe aspettare ma, nonostante questo, possiamo dire che fa comunque il suo. Volevo questa zona può tranquillamente essere trasformata per quelli che sono i nostri strumenti di lavoro di ogni giorno ma fate attenzione perché dovrete impilare tutto al suo interno uno sopra l’altro. Ci sono poi due zone laterali dedicate alla messa in piedi di un treppiedi che si sono dimostrate comoda in vari utilizzi. Un po’ meno comoda invece è la tasca di mezzo che si è ben organizzata per quelle che sono le opzioni di carico, ma alla fine scomoda. Non dico che ci stia solamente un foglio di carta, ma di certo se il vano centrale è pieno non si potrà riempire al meglio per via della sua compattezza. Molto comoda invece devo dire la zona del retro dello schienale in cui viene mostrata tutta la cura nei dettagli del prodotto con una tasca ricavata nella fessura creata per poter inserire lo zaino su un trolley. In questo modo aumenta la sicurezza generale del contenuto che, però va detto, non è mai in discussione non avendo delle aperture laterali e/o accessibili. L’unico modo per poter accedere al nostro materiale principale è da dietro la nostra schiena, per cui…

Conclusioni:

Per il suo utilizzo questo zaino è più che onesto. Mi piace definirlo così perché all’atto pratico è completo di ogni accessorio che potremmo richiedere ed alla fine addosso non sta poi così male. Grazie al gancio sulle bretelle potremo fare trazione sul petto e compensare il carico presente al suo interno. Io ad ogni modo non lo ho riempito al massimo delle sue potenzialità non avendo così tanta attrezzatura, per cui ho fatto dei test composti da una macchina fotografica tradizionale, un MacBook, un iPad 12,9” e tutti i relativi accessori del caso. Prezzo? 79,99 euro. La qualità c’è così come la versatilità generale. È diventato il mio zaino di tutti i giorni? No per il semplice motivo che non mi porto dietro tutta questa attrezzatura, preferendo viaggiare più leggero, e perché ho spesso bisogno di uno zaino più compatto e meno rigido rispetto a questo.

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato instaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.