Violenza sulle donne, altro femminicidio in Friuli Venezia Giulia

0
153

Altro gravissimo caso di femminicidio in Friuli Venezia Giulia. Un uomo ha ucciso la sua compagna e poi si è presentato in Questura

Violenza sulle donne, altro femminicidio in Friuli Venezia Giulia
Aurelia Laurenti

Altro brutto episodio di femminicidio in Italia. Proprio in questi giorni in cui si celebra la lotta alla violenza sulle donne si stanno verificando episodi davvero terribili.

Ieri c’erano stati due casi, uno a Padova e uno in Calabria. Nella notte ennesima vicenda terrificante, questa volta a Roveredo in Piano, in provincia di Pordenone.

Un uomo di 33 anni, Giuseppe Forciniti, ha ucciso la sua compagna, Aurelia Laurenti, di un anno più giovane, e poi si è costituito recandosi in Questura con le mani ancora sporche di sangue.

La coppia aveva anche due figli, di 8 e 3 anni, che per fortuna non hanno assistito all’omicidio trovandosi in quel momento nella casa dei nonni.

La donna è stata uccisa a coltellate intorno a mezzanotte proprio dal suo compagno, che ora è stato arrestato per omicidio volontario pluriaggravato. 

Femminicidio in Friuli, l’avvocatessa rinuncia alla difesa

Violenza sulle donne, altro femminicidio in Friuli Venezia Giulia
Roveredo in piano

L’uomo ha poi nominato l’avvocatessa Rossana Rovere, già presidente dell’Ordine degli avvocati della provincia di Pordenone, come difensore.

La Rovere, però, ha rinunciato all’incarico essendo una promotrice e forte sostenitrice della lotta alla violenza sulle donne.

“Non sono serena, non posso accettare l’incarico. Io non posso assumere le difese di quest’uomo, dopo una vita e una carriera spese a promuovere la tutela dei diritti delle donne“, ha dichiarato l’avvocatessa all’Ansa.

Nel frattempo il sindaco della città Paolo Nadal ha parlato del clima surreale creatosi a Roveredo: “Come istituzioni non avevamo notizia di alcun tipo di problema. Siamo attoniti e addolorati”.

Il primo cittadino ha poi avvisato la scuola frequentata dai figli della coppia per preparare al meglio il rientro in classe dei due bambini.