Come riciclare un maglione vecchio: tante idee per noi e per la casa

0
198

Come riciclare un maglione vecchio quando pensiamo che non  serva più: una serie di accessori per noi e per la casa

C’è chi li considera solo capi di abbigliamento, che invece si affeziona perché rappresentano un momento breve o lunga della sua vita. In ogni caso anche i maglioni e le maglie non sono eterni ma possono in qualche modo rinascere. E allora scopriamo insieme come riciclare i maglioni e riadattarli secondo le nostre esigenze quotidiane.

(Pixabay)

Stiamo parlando di maglioni e maglie pesanti che non usate più, che possono essersi infeltriti con il tempo, oppure regali che non avete mai indossato perché non vi piacciono. Quindi le soluzioni sono due: o li portate nei bidoni degli abiti usati (ormai ce ne sono in tutta Italia), oppure cercate di dare loro una vita nuova. Scoprirete con questo articolo che ci sono tantissime possibilità per un riciclo intelligente quasi a costo zero.

Come riciclare un  maglione: ricaviamo tanti accessori per stare al caldo quando usciamo

Tutto parte da una domanda fondamentale: qual è lo scopo primario del maglione? Quello di tenere caldo, perché dobbiamo guardare alle sua utilità e non al fatto che sia più o meno passato di moda. E allora il riutilizzo più pratico è proprio questo, continuare a farlo diventare un accessorio per scaldarci.

Ecco allora che da un vecchio maglio potete ricavare tanti accessori praticissimi, come uno scaldacollo. Sarà sufficiente prendere un paio di forbici adatte e poi tagliarlo in orizzontale da un’ascella all’altra. Così potrete tenere solo da parte del petto, eliminando il collo e le maniche, e lo scaldacollo sarà subito pronto senza nemmeno il bisogno di cucire.

Allo stesso modo potete ottenere un berretto. Procuratevi un cartamodello e disegnate sul foglio il contorno di un cappello in lana che già avete in casa. Quindi ritagliate la forma e mettetela sulla parte inferiore del maglione, in modo che la fine del maglione diventi il bordo del vostro cappello. A quel punto ritagliate seguendo le linee del cartamodello.

Come un maglio vecchio potete anche realizzare dei praticissimi scaldamuscoli, questa volta sfruttando le maniche. Dovete solo fare la prova se sono della dimensione giusta per coprirvi i polpacci aderendo bene senza cadere: poi ritagliate partendo dal giromanica e fate un bordo sulla manica sigillandolo con con ago e filo. E perché non trasformarlo in guanti? Ritagliate le maniche sotto le ascelle e poi ripassate con ago e filo la parte tagliata per evitare che il bordo ceda.

Maglioni riciclati, usateli per riarredare la casa in maniera intelligente

(Pixabay)

Ma i maglioni vecchi tornano utili anche per alcuni oggetti da usare in casa. Ad esempio potete ricavare un cuscino per il vostro cane o gatto. Cominciate a cucire la zona del collo con ago e filo. Poi praticate una cucitura che va da un’ascella all’altra, cucendo tutta la zona del petto. Poi imbottite la parte superiore del maglione, cominciando dalle maniche utilizzando un qualsiasi materiale morbido. Poi riempite la parte inferiore del maglione e cucitela parte per non fare uscire l’imbottitura. In ultimo infilate le maniche una dentro l’altra e fissatele con ago e filo di lana. Cucite le maniche unendole alla parte centrale del cuscino ed è fatta.

E ancora, potete riciclare un maglione usato per ricavare un copri paralume. Infilatelo sopra e tagliate la parte in eccesso, quella delle maniche e del collo. Poi richiudete sui bordi del paralume e incollatela, con delle mollette. Infine potete rivestire della vecchie pantofole.