Partiranno per lo spazio nel 2022: i due super turisti hanno speso 55 milioni

Partiranno per lo spazio nel 2022: i due super turisti hanno speso 55 milioni
Partiranno per lo spazio nel 2022: i due super turisti hanno speso 55 milioni (websource)

Manca poco, ormai, e i primi turisti nello spazio saranno una realtà. Il turismo spaziale prenderà forma tra poco meno di un anno. Nel gennaio del 2022 il primo viaggio nello spazio non per scopi scientifici, ma di turismo. In questo periodo di pandemia dove non si può viaggiare nemmeno da una regione all’altra, sembra strano pensare che si potrà fare un “giro” nello spazio.

E invece sarà proprio così: il soggiorno sarà della durata di 10 giorni, e porterà i turisti verso la la Stazione Spaziale Internazionale. La speciale missione, a bordo di una navicella Crew Dragon di SpaceX, sarà capitanata dall’ex astronauta Nasa Michael López-Alegría, oggi vice presidente di Axiom Space. Con lui i tre turisti che hanno profumatamente pagato quest’esperienza: l’americano Larry Connor, il canadese Mark Pathy e l’israeliano Eytan Stibbe.

Turisti nello spazio: quanto costa lo speciale viaggio

Un viaggio sicuramente unico e speciale, che è costato ben 55 milioni di dollari (quasi 50 milioni di euro). Cifra pro capite che i tre miliardari non hanno esitato a spendere pur di trascorrere 10 giorni nello spazio. I turisti dovranno superare test medici e psicologici e fare degli accurati corsi di preparazione. A differenza di come si era detto nei mesi scorsi, l’attore Tom Cruise non sarà tra i partecipanti. In realtà, all’ex Top Gun è stato proposto di girare alcune scene di un film nello spazio (cosa mai accaduta fino ad ora) e l’americano avrebbe accettato.

Ma l’operazione (ancora solo teorica) non ha alcun legame per il viaggetto nello spazio di questi ricconi sfondati. Ma questi non saranno i primi “turisti” spaziali: nel 2001 un’esperienza simile la fece il noto imprenditore americano Dennis Tito, che partecipò come ospite a una missione russa. Dopo di lui altri sei milionari, di cui l’ultimo nel 2009. Tuttavia, si trattava di missioni ufficiali con a bordo ospiti: in questi caso si tratterà di un viaggio turistico espressamente organizzato.