Il Commissario Montalbano saluta il suo pubblico, questa sera l’ultimo episodio.

La serie televisiva “Il Commissario Montalbano” che ci ha regalato 14 ricche stagioni, saluterà la televisione con il suo ultimo episodio in onda questa sera 8 marzo. Tante le curiosità legate alla famosa serie, ecco le più cercate

La serie prodotta da Palomar dal 1999, dopo 21 anni di riprese decide di salutare i suoi spettatori, che hanno regalato alla Rai un’eccellente audience.

Commissario Montalbano 2021
Il Commissario Montalbano. foto di la Repubblica

L’episodio che sancirà la fine delle riprese di “Il Commissario Montalbano” andrà in onda l’8 marzo, con il titolo di “Il metodo Catalanotti”.

A tenere sempre viva la fiamma della storia è stato il brillante Luca Zingaretti, che si immedesima nei panni del commissario Salvo Montalbano dal primo giorno delle riprese, e che ora deve riporre il distintivo da Commissario per salutare il suo personaggio.

L’attore protagonista,  ha voluto sottolineare che questa puntata non deve essere un addio, bensì una dedica a coloro che hanno dato vita a questa storia, per poterli celebrare come meritano.

Le riprese, infatti, erano già terminate nel 2019, quando sia il regista del film Alberto Sironi che l’autore dei romanzi da cui è tratta la storia, Andrea Camilleri, si sono spenti.

Montalbano: dall’origine del cognome allo spin-off in Topolino

È inevitabile che dietro una storia che ha preso vita più di vent’anni fa, si ramifichino infinite leggende, storie particolari e tante curiosità, a partire dalla scelta dell’insolito cognome del Commissario. Di seguito le risposte alle domande più frequenti sulla serie più amata dagli italiani.

zingaretti-commissairo-montalbano
Luca Zingaretti in “Il Commissario Montalbano”

 

  • Perché “Montalbano”? Il cognome, accuratamente scelto da Camilleri per l’omonimo romanzo è stato scelto in onore di Manuel Vasquez Montalban, uno scrittore spagnolo che ha costruito uno dei personaggi-detective più figurativi della letteratura.
  • Luca Zingaretti e l’amore per il personaggio. Il segreto che si cela dietro la scelta di Zingaretti come Commissario è una storia tutta da scoprire. L’attore ha sempre nutrito una passione per questo personaggio, dal momento in cui Camilleri fu uno dei suoi professori in Accademia. Una volta scoperto che avrebbero portato questa storia in tv, fece i provini e fu scelto. Disse a Camilleri che “se la stava facendo sotto”, perché non sapeva come fare per arrivare al risultato che desiderava.
  • Fin dov’è arrivato “Il Commissario Montalbano”? La storia è strettamente legata al territorio, è siciliana. Tuttavia il prodotto totalmente italiano, è arrivato oltre i confini nazionali, vendendo i suoi diritti addirittura negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Russia e nell’America Latina.
  • Montalbano Disney. Ebbene sì, il nostro commissario nel numero 2994 di Topolino diventa un personaggio del fumetto Disney: Topalbano. “Topolino e la promessa del gatto” è la storia in cui Minni, in sicilia, viene rapita da un gruppo di criminali. Topalbano è pronto a correre in soccorso di Topolino, che grazie a lui la ritroverà.