Enrico Ianniello chi è: età, altezza, carriera e vita privata del protagonista di ‘Un passo dal cielo 6’

Scopriamo insieme tutte le informazioni su Enrico Ianniello, alias commissario Vincenzo Nappi nella fiction “Un passo dal cielo 6” in onda su Rai1

Enrico Ianniello
(fonte: web source)

Noto a tutti come il commissario Vincenzo Nappi, napoletano sincero trasferito in mezzo ai monti nella sitcom “Un passo dal cielo” in onda su Rai 1, Enrico Ianniello nasconde molto di più.

Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere sul volto della Rai, Enrico Ianniello.

Enrico Ianniello chi è: età, altezza e biografia

  • Nome: Enrico Ianniello
  • Età: 50 anni
  • Data di nascita: 15 Novembre 1970
  • Segno zodiacale: Scorpione
  • Luogo di nascita: Caserta
  • Altezza: 175 cm
  • Peso: 75 chili
  • Instagram: @enricoiannielloofficial

Enrico Ianniello ama la recitazione sin da quando è un fanciullo: passa la sua gioventù tra la Parrocchia dei Salesiani a Caserta e ad interpretare barzellette per far divertire i suoi genitori.

Si trasferisce poi a Firenze, dove si dedica allo studio delle arti teatrali nella Bottega Teatrale di Vittorio Gassman.

Inizia la sua carriera interpretando e realizzando la commedia “Il metodo Gronholm” lavorando con volti noti come Nicoletta Braschi e Maurizio Donadoni e avendo l’opportunità di fare una tournee in tutta Italia nel 2008.

Nel 2011 conquista popolarità alla televisione attraverso il personaggio Vincenzo Nappi, uno dei protagonisti della fiction “Un passo dal cielo” al fianco di Terence Hill. Nello stesso anno si dedica anche al cinema lavorando con Nanni Moretti nel film “Habemus Papa”.

Continuando a lavorare nella sitcom della Rai, Enrico decide di intraprendere anche una nuova passione: la scrittura; infatti nel 2015 pubblica il libro “La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin” che racconta la storia di un bambino prodigioso che nasce fischiando e inventa un vero e proprio linguaggio: l‘Urlafischio.

Raggiungendo grandi traguardi come la vittoria del premio Campiello Opera Prima, si dedica alla stesura del suo secondo libroLa compagnia delle illusioni” portandolo a diventare un vero e proprio best seller.

Enrico Ianniello: la vita privata

Enrico Ianniello
(fonte: web source)

Il nostro caro attore preferisce essere conosciuto per i suoi ruoli in tv e cinema, piuttosto che per sue storie amorose, come si può notare dal suo profilo Instagram che lo vede sempre come personaggio televisivo e mai Enrico Ianniello padre o fidanzato. Enrico ha infatti un figlio da una ex relazione ancora misteriosa, probabilmente nata a Barcellona dove lui ha sempre passato il tempo libero lontano dalle registrazioni.

Dal 2011 però l’attore è fidanzato con Gabriella Roca conosciuta sul set della prima stagione di “Un passo dal cielo“. La ragazza si occupava inizialmente del cavallo di Terence Hill diventando poi la controfigura della fidanzata di Vincenzo Nappi nella fiction. Con la scusa di provare le scene, quando la “finta” fidanzata si stava ancora truccando, i due si sono conosciuti sempre di più fino a diventare una coppia consolidata.

Enrico Ianniello, il sogno di diventare prete

Enrico Ianniello
(fonte: web source)

Enrico Ianniello non ha sempre voluto apparire nel grande schermo, infatti ha confessato di avere avuto la vocazione per il sacerdozio.

A 10 anni passava tutto il suo tempo alla parrocchia dei Salesiani a Caserta, definendola addirittura la sua seconda casa. Passava il suo tempo leggendo libri sacri e nel mentre si avvicinò molto alla fede.

La sua ambizione era quella di diventare come il suo parroco e più passavano gli anni e più si avvicinava al Signore. A 16 anni decide quindi di iniziare il seminario con l’intenzione di diventare prete.

Quel percorso servì ad Enrico Iannello ad accostarsi al suo padre spirituale che gli spiegò che la fede e la voglia di aiutare le persone si può professare anche attraverso altre strade.

Dopo il seminario e le confessioni con il parroco della sua chiesa decise che avrebbe seguito la sua passione, ovvero la recitazione senza però dimenticare tutto quello che aveva imparato tramite la religione.