L’andamento oscillante di Microsoft • instaNews
Tecnologia

L’andamento oscillante di Microsoft

Giornate di aggiornamenti per il colosso di Redmond che nell’arco delle ultime ore ha rilasciato sia la versione definitiva di Windows 10 per i dispositivi mobili, sia una nuova Build destinata agli utenti che hanno aderito al programma Insider Preview per Windows 10 Desktop.

windows_10_family

Purtroppo però, come quasi tutte le mosse di Microsoft, non sono mancati i problemi e le delusioni.

Per quanto riguardo il tanto atteso aggiornamento per gli Smartphone dello scorso anno, che da Windows Phone 8.1  passano a Windows 10, la delusione principale è stata quella dell’abbandono dei terminali con meno di 1GB di RAM, che a quanto pare non riuscivano a garantire prestazioni ottimali. La cosa che però lascia più l’amaro in bocca è che alcuni terminali con 512 MB di RAM, vedete il Lumia 630, erano stati inclusi nella fase di Beta Testing e sono stati successivamente tagliati fuori, senza preavviso, nel giorno del rilascio finale. La mancanza di attenzione ai dettagli poi, altro lato caratteristico di Microsoft, si nota quando terminato il grande aggiornamento che porta l’OS alla versione 10.0.10586.107 bisognerà aggiornare di nuovo il terminale per portarlo alla versione finale, numero di Build 10.0.10586.164. Cosa gli costava proporre un aggiornamento unico?

Per quanto riguarda invece l’ultima Build Desktop, che porta l’OS alla versione 14291, rilasciata nel canale Fast per gli Insider aggiunge il tanto atteso supporto per le estensioni in Microsoft Edge, che arriverà ufficialmente agli utenti con la versione finale del prossimo aggiornamento di Windows 10, nome in codice Redstone, previsto per la prossima estate. Le estensioni non dovrebbero essere strutturalmente molto diverse dalle versioni per Chrome/Chromium, quindi i sviluppatori non dovrebbero impiegare molto per effettuare il Porting.

microsoft_build_2016

Da segnalare anche una serie di Tweet provenienti da alcuni membri dello staff di Microsoft, poi prontamente cancellati, che annunciavano una grande, e speriamo piacevole, sorpresa durante il Build 2016, evento riservato agli sviluppatori che quest’anno si terrà dal 30 Marzo al primo Aprile. Chissà cosa combinerà Microsoft nel corso di quest’anno, sperando riduca al minimo gli errori di Marketing e comunicazione che sembrano essere una piaga ricorrente.

About the author

Leonardo Razovic

Uno studente di Ingegneria Informatica di 20 anni appassionato di tecnologia con un serio problema di dipendenza da serie tv.