instaNews
instaNews > Tecnologia > Build 2016: tutte le novità della prima giornata

Build 2016: tutte le novità della prima giornata

Build 2016
Build 2016

Si è da pochi minuti concluso l’evento d’apertura della //Build 2016, annuale conferenza di Microsoft dedicata al mondo degli sviluppatori, durante la quale sono state presentate varie novità che arriveranno da qui ai prossimi mesi nell’ecosistema Microsoft ma non solo. In questo – lungo – articolo ve le riassumiamo tutte.

Windows 10 Anniversary Update

Ad aprire il keynote è stato l’amministratore delegato dell’azienda Satya Nadella che, salito sul palco, ha iniziato parlando della sulla sua ormai famosa strategia “Mobile-first cloud-first” e successivamente ha dato alcuni dati: 1,2 miliardi di persone utilizzano Office, Windows 10 è stata l’edizione di Windows con l’adozione più rapida da parte degli utenti e delle aziende.

Dopo questa breve introduzione del CEO di Microsoft sul palco sale  Terry Myerson, vice presidente della divisione Windows e dei dispositivi che inizia confermando quanto detto pochi minuti prima da Satya: Windows 10 è presente sul oltre 270 milioni di dispositivi ed è l’edizione di Windows con il maggior tasso di adozione degli ultimi anni, sia per quanto riguarda gli utenti sia per le aziende.

Si passa poi a parlare di uno dei maggiori aggiornamenti di Windows 10 ovvero Windows Anniversary Update: l’aggiornamento arriverà quest’estate, sarà un’aggiornamento gratuito per tutti gli utenti che utilizzando Windows 10 – Xbox One inclusa – e porterà una serie di novità:

  • Windows Hello arriva su Microsoft Edge – con l’Anniversary Update il nuovo browser di Microsoft avrà la possibilità di effettuare l’accesso nei nostri siti tramite il riconoscimento del nostro viso
  • Windows Ink – Microsoft migliora il supporto di Windows 10 alla penna con alcune nuove funzionalità come la possibilità di utilizzare la penna e le dita contemporaneamente – è stata mostrata una demo su Illustrator – o la possibilità di cancellare il testo tramite la penna su Word
  • Bash arriva su Windows – da questa estate su Windows verrà integrata la bash di Ubuntu, grazie ad una parternership con Canonical, che permetterà agli utenti di Windows di utilizzare una serie di comandi e funzionalità aggiuntive rispetto a quanto offerto dal prompt dei comandi di Windows
  • Cortana sarà disponibile anche nella lockscreen

Vengono poi mostrate una serie di funzionalità dedicate agli sviluppatori – più di 1000 nuove API relative alle Universal App – e viene mostrato in azione il tool che permetterà agli sviluppatori di convertire le classiche app di Windows in applicazioni caricabili sullo Store di Windows. Viene inoltre annunciato l’arrivo di una serie di nuove Universal App sullo Store: Starbucks, Facebook, Instagram e Messenger arriveranno a breve.

Xbox

A parlare di Xbox sale sul palco Phil Spencer che annuncia le novità che arriveranno con l’Anniversary Update su Xbox One:

  • Store unificato – con il nuovo update lo Store di Windows e dell’Xbox verranno unificati
  • Cortana su Xbox – l’assistente vocale arriva finalmente – con un po’ di mesi di ritardo – anche su Xbox One
  • Musica in background
  • Altre novità verranno annunciate a giungo durante l’E3

Per l’Xbox One arriva un’interessante novità ovvero la “dev mode” tramite la quale sarà possibile utilizzare la nostra Xbox come dispositivo di testing per le nostre applicazioni. Durante il suo intervento viene inoltre mostrata una demo del gioco Age of Empires II HD convertito da Steam in una Universal App per dimostrare appunto le potenzialità degli strumenti che Microsoft offre agli sviluppatori.

HoloLens

Arriviamo quindi al punto più interessante – secondo me – dell’evento odierno ovvero gli HoloLens: Microsoft infatti punta molto sul proprio visore e nel corso dell’evento tra le varie demo è stato annunciato anche l’arrivo del gioco Galaxy Explorer Project su GitHub ed è stato annunciato l’arrivo di alcune app sviluppate da diverse aziende come Japan Airlines, VW, Saab, Volvo, Audi, NASA, Autodesk, Lowe’s e altre ancora.

Microsoft sul palco ha anche mostrato una demo in collaborazione con l’università Case Western Reserve University:

  

L’università ha infatti avviato un corso speciale nel quale vengono utilizzati gli HoloLens come strumento didattico che consente agli studenti di imparare in una sessione di 15 minuti quello che normalmente avrebbero imparato in ore di laboratorio. Alla fine della sezione relativa agli HoloLens viene inoltre mostrato un video che mostra l’utilizzo del visore da parte della NASA e viene inoltre annunciato l’inizio delle spedizioni del dev kit a partire da oggi.

Cortana e Skype

Sul palco sale Marcus Ash per parlare di Cortana dando un’anteprima di quello che arriverà nei prossimi mesi su Windows ma non solo:

  • Cortana ogni giorno risponde ad 1 milione di richieste vocali
  • Cortana sarà disponibile nella lockscreen di Windows 10 con l’Anniversary Update di Windows 10
  • Cortana avrà il supporto per i deep link che permetterà agli sviluppatori di integrare azioni per Cortana all’interno delle proprie applicazioni

Viene inoltre mostrata una demo della nuova app Outlook che integra Cortana e dell’app Cortana stessa in esecuzione su uno smartphone Android.

 

Subito a seguire sul palco sale Lilian Rincon che mostra le nuove funzionalità di Skype: Cortana arriva su Skype e gli utenti potranno interagire con Cortana direttamente dall’app di Skype in una vera e propia chat ed inoltre sarà possibile far rispondere l’assistente vocale al posto nostro all’interno di una chat. Su Skype inoltre arrivano anche i bot dei quali parleremo tra poco e viene annunciata l’app di Skype per gli HoloLens.

Microsoft Bot Framework

Quasi in chiusura all’evento Microsoft presenta il Bot Framework che potremmo definirlo come uno strumento per aggregatore i bot: Skype, Slack, Telegram, Skype e persino SMS sono supportati da questo framework che permetterà agli sviluppatori di creare potenti bot che funzioneranno su varie piattaforme e viene mostrata una demo che permette di ordinare la pizza da Domino’s. In chiusura vengono mostrate anche delle demo per quanto riguarda il machine learning relativo al riconoscimento del contenuto delle immagini e al riconoscimento del linguaggio.

 

L’evento di apertura della prima giornata del //Build 2016 si conclude con Satya che torna sul palco e con un video di come le tecnologie odierne possano aiutare una persona con disabilità. Personalmente sono rimasto piacevolmente sorpreso da questo evento, sopratutto per quanto riguarda lo sviluppo che le HoloLens stanno avendo in ambito educativo, voi che ne pensate?

Filippo Favaro

Amo la tecnologia ed in particolar modo il mondo degli smartphone e computer. Divoratore seriale di serie TV.
Di recente sono passato al lato oscuro .