instaNews
instaNews > Tecnologia > SongShift: importare playlist da Spotify in Apple Music

SongShift: importare playlist da Spotify in Apple Music

Avete mai avuto bisogno di importare le playlist da Spotify in Apple Music? Io si, e finalmente c’è l’app per farlo: SongShift!

Quando sono passato da Android ad iPhone ho avuto la possibilità di provare Apple Music per tre mesi in modo gratuito: sebbene non trovi Apple Music così facile ed immediato come Spotify ho deciso di continuare ad usarlo per tutti e tre i mesi del periodo di prova e la cosa che più mi è mancata è la selezione di playlist che avevo su Spotify. Ho cercato per molto tempo un modo per importare le playlist in Apple Music ma, anche per colpa della chiusura dell’ecosistema Apple, non vi era modo per farlo. Tuttavia, con l’introduzione di iOS 9.3, Apple ha decisamente ampliato le possibilità di integrazione delle app di terze parti con Apple Music (ad esempio è ora possibile salvare automaticamente in una playlist le canzoni che abbiamo cercato con Shazam) ed è proprio da pochi giorni che è disponibile l’applicazione che permette di importare le playlist in Apple Music: SongShift!

SongShift permette, in poche semplici mosse, di effettuare l’accesso al proprio account Spotify (anche free va bene) e di scegliere quale playlist importare all’interno di Apple Music. Ci sono però delle limitazioni ed accortezze da tenere presente: SongShift è un’applicazione gratuita con la possibilità di acquisti in-app per sbloccare la versione Pro e rimuovere le pubblicità. Nella versione gratuita, nelle playlist con più di 100 canzoni, l’importazione riguarderà soltanto le prime 100 canzoni presenti nella playlist stessa. Inoltre bisogna ricordarsi, prima di importare le playlist, di creare la playlist di destinazione all’interno di Apple Music in quanto l’app non lo fa automaticamente.

Per spiegare ancora meglio il suo funzionamento vi lascio un video girato dai colleghi di 9to5mac:

Io la sto usando da diversi giorni e funziona decisamente bene. Ultima cosa, nel caso ce ne fosse bisogno di ricordarlo, è che verranno importate solamente le canzoni che sono presenti anche su Apple Music (alcune potrebbero non esserci a causa di accordi tra i vari servizi di streaming e le case discografiche). Potete scaricare SongShift da qui.

Riccardo Delle Monache

Studente di Economia appassionato di tecnologia e sport. Mi piace scrivere perché permette di esprimere te stesso.