Hardware

Microsoft Sculpt Comfort Mouse: 3 mesi dopo

Per il mio utilizzo quotidiano ritengo che il classico mouse sia ancora fondamentale e oggi, dopo un paio di mesi di utilizzo, sono pronto a raccontarvi come mi sono trovato con il Microsoft Sculpt Comfort Mouse.

Microsoft Sculpt Comfort Mouse
Lato sinistro del Sculpt Comfort Mouse di Microsoft

Nonostante i touchpad dei portatili con a bordo Windows negli ultimi anni siano migliorati molto, secondo me, oggi ci sono ancora delle azioni che senza un mouse possono risultare scomode da effettuare come, ad esempio, lavorare su Photoshop o Lightroom oppure giocare con i più classici videogiochi. Per questi motivi, nonostante da un paio di anni il mio PC principale sia uno Zenbook di ASUS, continuo ad avere sempre un mouse a portata di mano e quando, un paio di mesi fa, si è rotto il mio ormai vecchio Logitech M185 ho deciso di spendere qualcosa di più rispetto ai classici 15-20 € prendendo uno dispositivo di una categoria superiore e la mia scelta è ricaduta sul Sculpt Comfort Mouse di Microsoft.

La scelta

Ma quali sono i fattori che mi hanno orientato verso questa scelta? Come precedentemente scritto, ho deciso di puntare ad una fascia di prezzo – e di qualità – superiore di mouse principalmente poichè la qualità costruttiva del Logitech non mi soddisfava appieno: il mouse scricchiolava ed i tasti erano davvero troppo rumorosi. Ero inoltre curioso di provare un mouse Bluetooth per dire addio al classico dongle di Logitech per la connessione infrarossi e cercando su Amazon avevo trovato due possibili soluzioni: il Microsoft Designer Mouse ed il Microsoft Sculpt Comfort Mouse. Tra i due la principale differenza era il design: mentre il Designer Mouse ha un design piatto simile al Magic Mouse di Apple lo Sculpt Comfort Mouse ha un design più classico ed integra inoltre una fascia azzurra programmabile sul lato sinistro.

Alla fine un po’ preoccupato di trovarmi male da un mouse molto “basso” e incuriosito dal provare un mouse programmabile ho optato per la seconda opzione acquistando così lo Sculpt Comfort.

Schermata principale del Centro gestione Mouse e Tastiere Microsoft

3 mesi dopo

Sono ormai passati 3 mesi dall’acquisto su Amazon e sono pronto a dare le mie impressioni dopo un periodo prolungato di utilizzo partendo dalle cose che ho preferito del mouse:

  • I tasti principali: i tasti del mouse e la rotellina non sono molto rumorosi ed il “click” prodotto non è il classico “click” secco ma è molto più morbido e personalmente lo ritengo molto meno fastidioso.
  • Fascia programmabile: la fascia azzurra è quella che consente di essere riprogrammata come più ci piace ed essenzialmente sono 3 le funzioni associabili ovvero il click del pulsante (tutta la fascia azzurra in realtà è un pulsante), lo swipe verso l’alto e lo swipe verso il basso. Tramite la suite messa a disposizione da Microsoft, della quale potete vedere la schermata principale nell’immagine qui sopra, sarà possibile associare ad ogni tasto una funzione diversa come l’apertura dello Start, della schermata Visualizza attività di Windows 10, di Cortana o l’apertura di un qualsiasi programma. Tra le funzioni avanzate è inoltre possibile assegnare delle funzioni diverse ai tasti in base al programma che stiamo utilizzando.
  • Feedback fascia azzurra: quando utilizziamo la gesture degli swipe sulla fascia azzurra il mouse vibrerà per farci capire che ha ricevuto l’input. Tramite le impostazioni avanzate del Centro gestione Mouse e Tastiere Microsoft sarà possibile disattivare la funzione.
  • Personalizzazione: praticamente ogni funzione del mouse è personalizzabile. Oltre alle possibilità già descritte sopra il mouse permette di attivare o disattivare qualsiasi tasto (tranne i due principali), abilitare o meno lo scrolling, decidere la velocità e abilitare o meno l’accelerazione di quest’ultimo.
  • Incavo laterale: sul lato sinistro del mouse, prima della fascia azzurra programmabile, è presente un incavo dove andrà naturalmente ad appoggiarsi il pollice e l’ho trovata una funzione molto intelligente che consente di migliorare la presa sul mouse di Microsoft.
  • Gestione energetica: il mouse, che utilizza due batterie di tipo AA (già incluse nella confezione), ha una funzione di risparmio energetico automatico che ho trovato davvero molto intelligente ovvero dopo un tot di tempo di inattività va in uno stato di basso consumo – non ho ancora capito se effettivamente disattiva la connessione Bluetooth o meno – che permette appunto di risparmiare energia. Una volta che il mouse sarà entrato in questa modalità sarà sufficiente muoverlo nuovamente e, attendendo alcuni istanti, il mouse sarà nuovamente operativo. Dopo tre mesi di utilizzo di circa 5 ore giornaliere ed anche alcune notti – ogni tanto mi dimentico di spegnerlo 😛 – le due batterie incluse nella confezione non danno segno di cedimento.
  • Rotellina a 5 funzioni: la rotellina del mouse in questo caso oltre al classico scorrimento in verticale e la pressione su di essa – che su questo mouse funziona molto meglio rispetto al Logitech – integra anche la possibilità di utilizzare lo scorrimento in orizzontale. Unica pecca? Sono molti i programmi su Windows che non supportano quest’ultima funzione.

Le cose che mi hanno fatto un po’ storcere il naso invece sono essenzialmente due: la parte superiore in plastica lucida trattiene molto le impronte e la polvere quindi almeno una volta a settimana dovrete pulirlo con un panno e l’assenza di una suite multi-piattaforma. Quest’ultima mancanza secondo me è la più grave se volete comprare lo Sculpt Comfort Mouse ed utilizzarlo su una piattaforma diversa da quella di Windows poichè perdete i benefici della fascia programmabile: su Ubuntu e Chrome OS il mouse funziona senza alcun tipo di problema ma se utilizzate la fascia azzurra sfrutterete le funzioni predefinite di Microsoft – il mouse non ha “memoria” delle modifiche effettuate – mentre su Mac OS X vi comparirà il messaggio di errore relativo ad una tastiera non identificata ma anche in questo caso il mouse funzionerà senza alcun tipo di problema.

Conclusioni

Alla fine l’acquisto è valso i 29,98 € pagati su Amazon? Si, mi ritengo molto soddisfatto dell’acquisto e secondo me vale anche il prezzo pieno richiesto da Microsoft vista la qualità generale e l’estrema personalizzazione offerta dal prodotto.

Il Microsoft Sculpt Comfort Mouse lo potete acquistare al prezzo di 39,90 € sullo store di Microsoft Italia oppure su Amazon ad un prezzo variabile.

About the author

Filippo Favaro

Amo la tecnologia ed in particolar modo il mondo degli smartphone e computer. Divoratore seriale di serie TV.
Di recente sono passato al lato oscuro .