Hardware

Recensione: Wiko Fever

DSC01985Confezione

A differenza di molti altri smartphone, la confezione di questo Wiko Fever risulta completa ed in linea con il suo prezzo di vendita. Gli auricolari sono in-ear purtroppo non personalizzabili con i vari gommini ed il caricatore da parete, ahimè, vi fornirà dei lunghi tempi di ricarica per il vostro dispositivo.

Da qualche giorno abbiamo avuto la possibilità di testare con mano il Wiko Fever, un prodotto osannato da tutti per il suo straordinario rapporto prezzo-qualità. Ci ha stupito? In parte si.

Design e dimensione:

Pensavo che lo smartphone fosse leggermente più compatto, ma i margini superiori ed inferiore dovevano essere decisamente più compatti. La back cover non mi ha convinto pienamente ed è vero peccato nonostante il buon grip generato.

148 X 73.6 X 8.3 mm sono le dimensioni, come detto non perfette, e 143 grammi che nonostante tutto rimangono ben ripartiti.

Hardware:

Dal punto di vista prestazionale questo smartphone non mi ha affatto deluso. Il processore MediaTek MT6753 si comporta bene in ogni situazione ed i 3GB di RAM, una rarità in questa fascia di prezzo, permettono di avere sempre un’ottima reattività.
I 16 GB di memoria interna sono espandibili con la MicroSD fino a 64GB.

Il display è una buona unità da 5,2 pollici con risoluzione FullHD, anche questa non una rarità della categoria. La tecnologia utilizzata è IPS LCD che offre degli ottimi colori generali ed una buona visuale sotto la luce diretta del sole.

Buona la ricezione LTE, fino a 150 Mbps, così come il Wi-Fi. Nulla di eccezionale, sia chiaro, però tutto sommato nella media. Presenti poi il barometro, la bussola e l’accelerometro così come la RadioFM che funziona abbastanza bene. Il Bluetooth 4.0 ha buona portata ed il GPS è fulmineo.

Software:

Purtroppo qui ancora non ci siamo. Abbiamo una base con Android Lollipop 5.1 che ha ricevuto pochi aggiornamenti nonostante l’azienda abbia da tempo confermato Android 6.0.

La personalizzazione è poco invasiva e prevede solamente delle icone differenti e la non presenza del drawer delle applicazioni.
Troviamo poi anche una serie di personalizzazioni tipiche dei processori MediaTek e che possono essere molto comode in tantissime situazioni.

Fotocamera:

Nel retro troviamo una fotocamera da 13 megapixel dotata di una stabilizzazione digitale che ore degli scatti nella media. La qualità generale delle foto e dei video è buona. Ottima anche la gestione del LED flash nel posteriore.

La fotocamera anteriore invece è da 5 megapixel che, come in molti casi, leviga troppo la faccia.

Batteria:

La batteria è da ben 2900 mAh. Sulla carta potrebbero sembrare pochi, specie se comparati al display FullHD ed alla CPU octa-core, ma in realtà lo smartphone offre una buonissima autonomia generale.

Videorecensione:

Conclusioni:

Lo smartphone pecca nel design poco curato e nel software purtroppo poco aggiornato. Peccato perchè online a meno di 160 euro ormai si trova costantemente e nel complesso si dimostra molto valido. Speriamo che l’azienda esca almeno a rimediare nel software.

About the author

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato InstaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.

Privacy Preference Center

Cloudflare

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

Cloudflare Ajax

Google AdSense

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

Google AdSense

DoubleClick by Google

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

DoubleClick

Google Analytics

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

Google Analytics

Wordpress Stats

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito.

Jetpack