instaNews

Evento Google 4 ottobre: cosa dobbiamo aspettarci?

Tra una settimana esatta, a San Francisco, Google terrà un evento dedicato alla presentazione dei nuovi membri della famiglia dell’azienda di Mountain View e con l’occasione ha anche lanciato il sito madeby.google.com nel quale vediamo quella che dovrebbe essere la sagoma dei nuovi Nexus Pixel con una serie di foto che ruotano all’interno:

Nelle ultime settimane però non si vocifera solamente dell’annuncio di nuovi telefoni: oltre ai nuovi Pixel infatti molto probabilmente nell’evento verranno introdotte anche alcune novità lato software ed altri prodotti oltre agli smartphone. Google punta molto sull’evento e per le strade di New York sono comparsi dei banner relativi ed anche uno degli ultimi tweet di Hiroshi Lockheimer, Senior VP di Android, Chrome OS e Google Play parla chiaro:

“Abbiamo annunciato la prima versione di Android 8 anni fa. Ho il presentimento che tra 8 anni parleremo del 4 ottobre 2016.”

In questo articolo ricapitoliamo tutte le novità che dovrebbero essere annunciate la prossima settimana.


Pixel e Pixel XL

La più grande novità che dovrebbe essere introdotta durante l’evento dovrebbero essere i due nuovi smartphone di Google, in collaborazione con HTC, che abbiamo già visto nelle scorse settimane: Marlin e Sailfish
Quest’anno però l’azienda di Mountain View avrebbe deciso di abbandonare il marchio Nexus in favore del marchio Pixel che rappresenta quei dispositivi che Google produce internamente come i Chromebook Pixel ed il Pixel C.
Nelle recenti settimane sonotrapelate delle foto che ritraggono entrambi i dispositivi:

 

    
Nelle scorse ore invece è trapelata un render destinato probabilmente alla stampa dove sono visibili anche alcune modifiche software che accompagneranno i nuovi Pixel delle quali parleremo tra poco:
Oltre al nuovo cambio di brand Google avrebbe in serbo anche alcune novità sul lato software che al momento non è del tutto chiaro se arriveranno anche sui precedenti Nexus: i nuovi Pixel saranno lanciati con Android 7.1 – con piccole novità e bugfix che sicuramente arriverà anche sui vecchi Nexus – ma che a differenza del passato avrà una personalizzazione più marcata da parte di Google.
Al momento non sono emerse molte informazioni su queste novità software: per il momento infatti si parla solamente di un nuovo launcher denominato Pixel Launcher e di una navbar ridisegnata. Le principali novità del Pixel Launcher risiederebbero nelle icone tonde – già presenti in alcune app di Google – e nei collegamenti rapidi sulle icone in stile 3D Touch di Apple.

Google Home, Wifi e Chromecast Ultra

Oltre ai nuovi smarphone nell’evento della prossima settimana Google dovrebbe annunciare anche la disponibilità di Google Home presentato durante lo scorso Google I/O di maggio che dovrebbe arrivare sul mercato Americano ad un prezzo di 129$ andando in diretta con Amazon Echo che ha un prezzo superiore di circa 50$. 
Secondo gli ultimi rumors è inoltre prevista una nuova Chromecast denominata Chromecast Ultra che come novità dovrebbe portare il supporto al 4K e all’HDR ad un prezzo di 69$.
Google Wifi dovrebbe essere invece il nuovo router di Google con funzionalità smart già viste sui router OnHub dell’azienda. La differenza rispetto a quest’ultimo risiederebbe nel fatto che Google Wifi nasce da un concetto di router\access point modulare: potremmo infatti mettere assieme più Google Wifi nella nostra casa in modo tale da avere la migliore copertura wireless. Anche in questo caso il prezzo previsto dovrebbe essere di 129$.

Andromeda, Pixel 3 e Nexus

Gli ultimi rumors, usciti nella giornata di ieri, parlano dell’ultima novità che dovremmo vedere durante l’evento: Andromeda. Andromeda sarebbe il nome del progetto di fusione di Android e Chrome OS al quale Google sta lavorando da un po’ di tempo secondo Android Police e che, durante l’evento di martedì, potremmo vedere per la prima volta in azione.
I primi dispositivi che dovrebbero essere annunciati con Andromeda dovrebbero essere due: un laptop ibrido – codename Bison – ed un tablet della linea Nexus in collaborazione con Huawei.
Bison dovrebbe essere il nome in codice di Pixel 3, il successore del Chromebook Pixel 2 annunciato ormai più di un anno fa. Al momento non è chiaro se si tratterà di un convertibile in stile Lenovo Yoga oppure un 2-in-1 in stile Microsoft Surface e tantomeno le caratteristiche tecniche sono certe anche se al momento si vocifera di un display da 12,3” mosso da una CPU Intel (Core m3 o i5), 8/16 GB di RAM e 32/128 GB di SSD. Il display dovrebbe avere un digitalizzatone Wacom (penna in vendita separatamente), la tastiera dovrebbe essere retroilluminata ed il touchpad dovrebbe essere in vetro con riconoscimento della pressione in stile MacBook Retina. Il prezzo dovrebbe assestarsi attorno ai 799$ con disponibilità tra un anno circa.

 

Il secondo dispositivo dovrebbe essere un tablet della linea Nexus costruito in collaborazione con Huawei e dovrebbe essere un dispositivo con display da 7” e 4 GB di RAM. Molti ipotizzano che questo dispositivo potrebbe essere una sorta di dispositivo riservato agli sviluppatori in modo tale da poter provare Andromeda prima del lancio pubblico e quindi si ipotizza in un lancio antecedente rispetto a quello di Pixel 3.

 


A questo punto non ci resta altro che aspettare una settimana esatta per vedere quali rumor verranno confermati o smentiti durante l’evento a San Francisco. Quello che ormai è certo è che l’evento del 4 ottobre si prospetta essere davvero ricco di novità.

Filippo Favaro

Amo la tecnologia ed in particolar modo il mondo degli smartphone e computer. Divoratore seriale di serie TV.
Di recente sono passato al lato oscuro .