instaNews
instaNews > Recensioni > Hardware > Recensione: Huawei Honor 5C

Recensione: Huawei Honor 5C

La fascia medio-bassa del settore Smartphone è sicuramente quella più popolata e ricca di tante sorprese. Huawei con il tempo ha già dimostrato di saper raggiungere alti livelli, ora deve cercare di rispettare le aspettative continuando a produrre prodotti di qualità.

La confezione

L’Honor 5C si piazza sul mercato proprio nella fascia dei 180/200€, ci si aspetta molto, ma ovviamente non si può richiedere più di tanto, infatti dove si può si tende a risparmiare, la confezione ne è la prova. Oltre alla classica modulistica troviamo la classica triade di cavo per la ricarica MicroUSB, alimentatore da 1A e cuffie auricolari che forse era meglio proprio non inserire.

Design simmetrico, una porta microUSB e due griglie che in realtà nascondono un singolo altoparlante

Dove non si è risparmiato è sulla scocca, in alluminio satinato, inizialmente ottima, ma che con il tempo tende a rovinarsi. La mia unità di prova probabilmente è stata usata da svariati altri recensori e purtroppo presenta diversi segni di usura, non troppo visibili ad occhio nudo, ma si notano se ci si avvicina. La scocca incastona un display FullHD da 5,2” che al tatto fornisce una sensazione un po’ plasticosa anche perché non sembra essere particolarmente oleofobico, fortunatmanete in realtà restituisce ottimi colori e rende molto piacevole usare il telefono in qualsiasi situazione grazie ad una discreta luminosità massima che tende un po’ a contrastare i colori rendendoli a volte poco naturali, ma è una questione di gusti e nel mio caso adoro i colori un po’ ”sparati”.

L’audio è buono, sul fondo troviamo una doppia griglia che in realtà nasconde un singolo altoparlante, niente di eccezionale, sia chiaro, però personalmente se devo ascoltare musica lo faccio attraverso un paio di cuffie.

Forse l’aspetto che più lascia l’amaro in bocca è la fotocamera, l’unico settore che non mi ha convinto pienamente, l’obiettivo a 13 megapixel ƒ/2.0 scatta foto buone se c’è una buona luce, ma la situazione cambia se la luce scarseggia o diventa artificiale.

Ottima la possibilità di inserire due schede nano SIM che sono ben gestite dal Sistema Opeativo, è possibili infatti selezionare suonerie e vibrazioni differenti in base alla SIM. Presente anche la banda 800 MHz e prende bene anche in zone dove in genere altri terminali stentano a collegarsi stabilmente.

Buona anche la durata della batteria, che è da ben 3000 mAh e con una giornata media, con 4G attivo, WhatsApp, Facebook e Twitter sono arrivato a sera senza problemi e si riescono a fare quasi due giorni se si millesima l’utilizzo della rete mobile.

 

Ovviamente dopo una carrellata Hardware è più che doveroso disaminare la controparte Software.
Android 6.0 Marshmallow è profondamente personalizzato dalla EMUI 4.1, interfaccia che ormai contraddistingue Huawei ma che continua a non farmi impazzire. Reputo l’assenza di un drawer delle applicazione in stile iOS una scelta non troppo azzeccata, però anche questo caso è una questione di abitudine. Non viene cambiata solo l’interfaccia ma sono presenti anche diverse personalizzazioni all’interno delle impostazioni che permettono di adattare lo smartphone alle proprie esigenze.

Nel complesso comunque tutto funziona come dovrebbe, il Kirin 650, accompagnato da 2GB di RAM, rende fluida qualsiasi azione che si svolge di media nell’arco della giornata, qualche piccolo impuntamento non manca all’appello, ma accadano di rado e solo quando si satura completamente la RAM.

Conclusioni

Ho provato il dispositivo per qualche settimana e si è dimostrato un compagno affidabile specialmente per quanto riguarda la batteria e la ricezione, altri aspetti, come la fotocamera, mi hanno convinto leggermente meno, ma non dimentichiamoci che si tratta comunque di uno Smartphone da 200€ e non posso chiedere di più. Certo la concorrenza è agguerrita, nella stessa fascia troviamo il Lenovo Moto G4 e il nuovo Xiaomi Redmi 4,  il primo però ha una scocca in plastica, il secondo non si trova su Amazon dunque si perde la sicurezza della garanzia fornita dal supporto di Amazon, quindi il Huawei Honor 5C è, visto il periodo, un buon candidato per un regalo natalizio.

Potete acquistare il Huawei Honor 5C su Amazon a poco meno di 200€

Leonardo Razovic

Uno studente di Ingegneria Informatica di 22 anni appassionato di tecnologia con un serio problema di dipendenza da serie tv