Arriva Telegram 4.0 ed è di nuovo rivoluzione • instaNews
Tecnologia

Arriva Telegram 4.0 ed è di nuovo rivoluzione

Telegram è ormai un client di messaggistica diffuso su scala globale nonostante la gente continui a preferire WhatsApp per via della grande diffusione e delle sue poche funzionalità aggiuntive.

Giusto nella serata di ieri Telegram si è nuovamente aggiornato arrivando ora alla versione 4.0 ed introducendo tantissime novità che segnano un enorme passo in avanti rispetto a tutta la concorrenza attorno.

Il changelog parla chiaro:

  • Videomessaggi e Telescope:
    – Tocca sull’icona del microfono per passare alla modalità videocamera, quindi tieni premuto per registrare meravigliosi videomessaggi.
    – Scorri verso l’alto per registrare senza tenere premuto. Fermalo e rivedilo prima di inviare. Funziona anche coi messaggi vocali!
    – Presentiamo Telesco.pe, dove chiunque può vedere i videomessaggi provenienti da canali pubblici — non è richiesto un account Telegram.
  • Pagamenti per i bot:
    – I bot possono ora accettare pagamenti dagli utenti.
    – Presto sarai in grado di ordinare pizza, comprare vestiti, o magari pagare le tue bollette usando i bot di Telegram.
    – I pagamenti per i bot supportano Apple Pay.
  • Piattaforma di apertura rapida:
    – L’Apertura rapida è pronta a supportare migliaia di siti, inclusi i tuoi preferiti.
    – Chiunque può creare le anteprime degli articoli con il nostro nuovo editor dell’Apertura rapida.
    – Lanceremo un contest da 200,000$ per aiutarci ad attivare l’Apertura rapida per (quasi) tutto il web.
    – Aggiunti i temi per le pagine con Apertura rapida: leggi articoli in ambienti scuri, grigi o color seppia, scegli il tipo e la dimensione del carattere, è supportato anche il tema notte automatico.
    – Tieni premuto quando visualizzi una pagina in Apertura rapida per copiare rapidamente o condividere il paragrafo selezionato con gli amici.

Ancora convinti che non sia il miglior client in circolazione?

About the author

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato InstaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.