instaNews
instaNews > Recensioni > Accessori > Recensione: Powerbank Aukey da 20000mAh con Lightning e Quick Charge 3.0

Recensione: Powerbank Aukey da 20000mAh con Lightning e Quick Charge 3.0

Da qualche giorno stiamo provando un prodotto di Aukey che finalmente mi ha fatto mettere da parte tutti i miei precedenti powerbank anche a discapito del peso. Sto parlando del powerbank da 20000mAh con ingresso Lightning e ricarica Quick Charge 3.0

Si tratta di un prodotto che sulla carta potrà sembrare grosso, ingombrante e fastidioso da portare in giro, invece devo dire che (visto anche l’amperaggio) non è affatto così. Con i suoi 16 x 10 x 2,5 cm ha delle dimensioni di poco superiori a quelli di un iPhone 7, risultando così facile da riporre in borsa o in uno zaino. I circa 450 grammi di peso sono l’unica nota negativa, ma avrete diverse ricariche che vi salveranno in molte situazioni.

Una menzione particolare va fatta al nuovo sistema che mostra la percentuale residua di carica. Niente più Led divisi sulla scocca ma un unico pulsante che indicherà rispettivamente:

  • Bianco = 70 – 100%
  • Verde = 30 – 70%
  • Rosso = 0 – 30%

Per quanto riguarda i tempi di ricarica sono in linea con tutti gli standard in merito alla capacità della batteria, ma c’è anche la possibilità di sfruttare sia l’ingresso Lightning che quello microUSB per caricare il powerbank molto più rapidamente e dimezzando quasi i tempi.

Conclusioni:

Credo sia il powerbank definitivo. C’è la possibilità di ricarica ultra rapida di uno smartphone attraverso la tecnologia Quick Charge 3.0 di Qualcomm e che è contrassegnata di arancione sulla presa USB in questione. C’è il classico Led che vi potrà illuminare in situazioni di emergenza (si attiva con un doppio click). C’è la doppia possibilità della ricarica, ovvero sia tramite il normale cavo microUSB (tipico) ma sia anche tramite il cavo Lightning di Apple. Quest’ultimo, insieme alla ricarica Quick Charge 3.0, è sicuramente l’elemento in più di questo powerbank.

Il prezzo è decisamente interessante specie se rapportato al concentrato di tecnologia che offre questo prodotto.

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato instaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.