Motori

Nuova BMW M5: la rivoluzione dell’integrale

Dopo aver presentato la nuova BMW Serie 5, mancava all’appello solo la sua versione più sportiva e famosa, la M5, che porta una novità considerata una rivoluzione per il marchio.

Il mondo delle berline super sportive negli ultimi anni è sempre stato molto agguerrito tra BMW e Mercedes, e dopo che Mercedes aver presentato la nuova Classe E 63S AMG, era necessaria la risposta da parte della Casa dell’Elica.

Per la prima volta una BMW M raggiunge la soglia dei 600 cavalli, erogati dal classico V8 4.4 biturbo utilizzato anche su altri modelli della casa, che vengono scaricati a terra sulle quattro ruote motrici. Avete letto bene, una M5 a trazione integrale.

Questa scelta rivoluzionaria probabilmente è stata fatta per portare via una parte di clientela che fino ad ora ha scelto Mercedes perché offre il 4Matic sulle AMG, una scelta che gli appassionati puristi di BMW potrebbero non gradire molto. Per accontentare tutti però, la casa di Monaco ha trovato un ottimo compromesso.

Dal nuovo sistema iDrive infatti, il conducente tra le numerose impostazioni disponibili per cambiare parametri di guida, ha la possibilità di scegliere fra tre regolazioni del sistema di trazione: 4WD, l’impostazione di default con tutti i controlli di guida attivi; 4WD Sport, che distribuisce la maggior parte della potenza alle ruote posteriori, favorendo così una guida leggermente di traverso rimanendo in sicurezza; 2WD, che come suggerisce il nome, fornisce il 100% della potenza all’asse posteriore e che disattiva il controllo di trazione e stabilità (perciò è consigliato attivarla solo in pista o su strade chiuse al pubblico).

Non mancano inoltre le sospensioni che possono essere regolate in base alla rigidità, l’ottimo cambio automatico M Steptronic ad 8 rapporti e il tachimetro completamente digitale, che tanto sta andando di moda quest’anno.

Molto bello anche il volante, naturalmente dall’impugnatura sportiva, che integra cuciture tricolore e due tasti rossi M1 ed M2 vicino ai bilancieri, che consentono di selezionare un set di impostazioni prescelte dal guidatore. Una funzione davvero interessante e comoda, che potrebbe essere utilizzata ad esempio per salvare un set completamente incentrato sul comfort e sull’efficienza ed uno invece incentrato sulla guida sportiva.

Attualmente non si conoscono ancora i prezzi ufficiali, ma è già noto che le consegne avranno inizio durante la primavera del 2018.

 

 

Andrea Bellini

La tecnologia e le Quattro Ruote sono il mio pane quotidiano. Il cuore è contro i motori turbo e non c'è niente che mi rilassi di più di un V12 Lamborghini.