Motori

Il record sullo 0-400-0? Di Bugatti. No, di Koenigsegg.

Il mondo dei record automobilistici ha sempre affascinato il mondo di appassionati di motori e non, e negli ultimi anni viene mantenuto vivo da due costruttori in particolare: Bugatti e Koenigsegg.

Essendo queste due case produttrici di hypercar di lusso, la pubblicità migliore che possa esistere per loro è quella di stabilire un nuovo record mondiale.
Non a caso, Bugatti si è impegnata negli ultimi dieci anni per essere la detentrice del record dell’auto stradale più veloce del mondo con la Veryron e successivamente con la Veyron Super Sport.
Koenigsegg invece, non potendo rispondere al record di velocità con la sua Agera One:1, ha voluto tentare due anni fa di battere un record diverso, quello dello 0-300-0. Tentativo che andò bene, riuscendo a raggiungere i 300 chilometri orari e tornare di nuovo a 0 in soli 17,95 secondi.

Da quel giorno, calma piatta per quanto riguarda record automobilistici. Fino ad un mese fa.

La Chiron utilizzata per stabilire il primo record sullo 0-400-0.

Un mese fa Bugatti esce con un mega-comunicato ed un video ufficiali, i quali affermano che con la nuova Chiron sono riusciti a stabilire il record del mondo sullo 0-400 km/h-0 in 41,96 secondi. Come mai non hanno provato a battere il record dello 0-300-0 che tutt’ora è di Koenigsegg? Sapevano di non poterlo battere o volevano far impallidire tutti facendo capire che lo 0-300-0 per i loro standard è un record banale? Probabilmente per tutti e due i motivi, ma tanto questo ormai ha poca importanza.

Esattamente, ha poca importanza perché come un fulmine dal cielo è arrivato l’impensabile: il record appena raggiunto da Bugatti è già stato battuto nientepopodimeno che da Koenigsegg. Per battere il record, che si pensava rimanesse imbattuto a lungo, è stata utilizzata una Agera RS, un mostro da 1176 cavalli uscito dalla produzione l’anno scorso. Se comparata con la nuovissima Bugatti Chiron, la Agera RS ha ben 340 cavalli in meno, ma in questo genere di prove sono fondamentali anche l’aerodinamica e l’impianto frenante, che in questo caso hanno fatto si che lo 0-400-0 venisse stabilito i 36,44 secondi. 5 secondi e mezzo in meno della Chiron. Un tempo sensazionale.

La Agera RS utilizzata per stabilire il nuovo record.

Insomma, il record di Bugatti verrà ricordato più per il tempo che è passato dopo che questo venisse battuto che per il tempo stabilito dalla Chiron. Un vero schiaffo al morale per Bugatti, un’ottima pubblicità per Koenigsegg.

About the author

Andrea Bellini

La tecnologia e le Quattro Ruote sono il mio pane quotidiano. Il cuore è contro i motori turbo e non c'è niente che mi rilassi di più di un V12 Lamborghini.