Economia

Netflix supera i 100 miliardi di capitalizzazione

Il 2017 è stato un anno da record per Netflix e la propria crescita non esita a rallentare.

Netflix

Netflix, il famoso servizio di streaming che tutti ormai conoscono, vola in borsa grazie agli oltre 8 milioni di nuovi abbonati che si sono iscritti solo nell’ultimo trimestre del 2017, due dei quali solo negli USA. Il ritocco al rialzo dei prezzi non ha avuto alcun impatto sugli utenti, dando alla società californiana un forte segnale di fedeltà. Le quotazioni del titolo hanno avuto un balzo del 9% superando i 100 miliardi di capitalizzazione, con una crescita importante anche per ricavi ed utili. Nel dettaglio i ricavi ammontano a 3,29 miliardi di dollari, con un aumento del 33% rispetto allo stesso periodo del 2016; gli utili invece hanno raggiunto i 185,5 milioni di dollari contro i 66,7 milioni dell’anno precedente.

Un successo che deriva principalmente dalla qualità dei contenuti proposti, come elogiato dalla stessa società: “A soli cinque anni dal lancio della nostra prima serie originale, Netflix può contare sul fatto che tre dei cinque show televisivi più ricercati a livello globale è sua per il secondo anno consecutivo“. Proprio per questo motivo sono stati già preventivati 8 miliardi di investimenti per le produzioni di questo anno. Un dato interessante riguarda anche il tempo medio speso da ogni utente sulla piattaforma che è cresciuto anch’esso del 9%. Tutti elementi positivi che favoriscono le aspettative per questo 2018 nonostante la crescente concorrenza stia affilando le armi, Amazon e Disney in primis; proprio quest’ultima dal 2019 chiuderà i rapporti con Netflix per puntare a diventare un colosso anche nel mercato dello streaming video.

I dati completi sono consultabili qui.

About the author

Walter Tomiati

Sono appassionato di ogni cosa che riguarda la tecnologia. Nel tempo libero sviluppo applicazioni Android (Tomiati Dev, Kubix Studio).