Tecnologia

Non sbagliamo a giudicare subito iOS 12

Apple ha ufficialmente annunciato le novità software del 2018 tra cui anche il nuovo iOS 12.

Apple ha fatto nuovamente parlare di sè in senso positivo per via delle ottime prospettive mostrate con iOS 12. A Cupertino va detto come non abbiano voluto strafare. Dopo il caos dell’ultimo anno sono arrivate parecchie critiche che forse hanno spinto l’azienda a fare le cose con calma e cercare l’ottimizzazione invece che ulteriori novità che sarebbero sembrate ormai troppo stupide.

Mi sento di dire che siamo davanti a ciò che esattamente mi aspettavo. Senza ombra di dubbio i rumors si sono trattenuti perché Apple ha fatto un gran lavoro mettendo sul piatto una bella carta da novanta a cui ci si poteva arrivare, non indovinare. Si perché il nuovo Non Disturbare era proprio ciò che volevamo, idem le novità di FaceTime e per le notifiche. In più abbiamo la grande chicca rappresentata dall’implementazione del nuovo Workflow nel sistema e di tutte le novità riguardanti il controllo del tempo di attività.

Certo, forse a rigor di logica poteva essere tranquillamente un iOS 11.5, ma le ottimizzazioni ci sono e sono importanti. Diciamo che Apple ha forse anche voluto togliersi quella brutta aria che ruotava intorno al vecchio sistema operativo in questa maniera dando un colpo di spugna in grado di cambiare tutto a partire dalle prime beta aperte solo per gli sviluppatori.

Quest’anno non voglio criticare sin da subito. Non ne ho un reale motivo. Tutto questo che ho visto era ciò che realmente desideravo e ciò per cui l’azienda pare aver lavorato negli ultimi nove mesi al fine di portare qualcosa di nuovo. Certo, non sono tutte delle novità provenienti dal cervello di Apple, ma abbiamo visto come ormai parecchie delle idee vengono riprese da Android e viceversa.

About the author

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato InstaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.