instaNews
instaNews > Recensioni > Accessori > Recensione: Logitech MK540 + M310

Recensione: Logitech MK540 + M310

Da un paio di settimane sto usando con molto piacere questa combinazione di Logitech composta dalla tastiera MK540 e dal mouse M310.

Img 0723
Kit MK540 + M310 vs K380

Quando si parla di periferiche di input sono molto puntiglioso e purtroppo rompiscatole. Logitech è sempre stata fra le aziende leader in questo settore ed ho sempre visto con un occhio di riguardo i suoi prodotti visto che, tutto sommato, sto scrivendo ancora una volta anche questa recensione dall’ottima Logitech K380 in mio possesso ormai da anni.

Volevo qualche cosa di più comodo e di un poco più largo per la mia scrivania nuova di pacca ed ecco che questa combinazione di Logitech mi è sembrata più che mai azzeccata. Questa è composta dalla tastiera MK540 full e dal mouse M310.

Entrambe le periferiche sono realizzate in colorazione nera con una finitura opaca che, nonostante il grande utilizzo di queste ultime settimane ed il caldo, non ha sentito l’usura. La sensazione al tocco non è fastidiosa come invece potrebbe essere per altri prodotti rifiniti in questo modo, anzi tutto il contrario. Parlando più da vicino del mouse M310, ho trovato che la sua impugnatura è decisamente comoda anche per un utilizzo prolungato per varie sessioni. A differenza di altri modelli della stessa azienda, non sono presenti dei tasti aggiuntivi se non i tre classici: clic destro, clic sinistro e clic della rotella. La precisione mi è sembrata ottima anche in fase di modifica di alcune fotografie o di montaggio su Final Cut Pro X.

Img 0732Per quanto riguarda invece la tastiera MK540, come potrete immaginare venendo da una piccola e compatta K380, mi sono sentito abbastanza largo. Ci ho messo infatti qualche giorno prima di adattarmi nuovamente al suo layout completo salvo poi avere a disposizione una familiarità che non pensavo di poter recuperare dopo anni di tastiere compatte. È ovvio che questa conformazione dei tasti mette a disposizione una serie di comodità da non sottovalutare ma non è questo l’elemento che mi è piaciuto particolarmente tanto. Ciò che più mi ha colpito è stata infatti la reattività di scrittura e la corsa dei tasti. Venendo anche dalla stessa tastiera del MacBook Pro 2018, ero e sono abituato ad una corsa molto molto corta e che non mi permette quasi con una risposta praticamente istantanea. Qui invece bisogna affondare il colpo il che sulla carta potrebbe sembrare controproducente in merito alla velocità salvo poi scoprire che in realtà non è stato così nel mio uso. Comodo il selettore di accensione e spegnimento posto sopra il pad dei numeri così come i tasti dedicati come scorciatoie o quelli in seconda funzione pronti da premere. La connessione ottimale con il pc viene poi garantita dall’ottimo ricevitore Wi-Fi che, in questo modo, crea un suo ponte di comunicazione con i prodotti non subendo le interferenze del caso.

Conclusioni:

Il kit completo viene offerto a circa 52 euro al momento di questa recensione. Se cercate una soluzione completa e comoda è sicuramente una valida alternativa da tenere in considerazione ed eventualmente da acquistare. Logitech è una garanzia si in termini di assistenza e di durata dei prodotti, basti dire che il tutto ha una autonomia di 18 mesi circa.

Img 0729

Claudio Stoduto

Amo la tecnologia e lo sport. Scrivo ed ho fondato instaNews dopo una serie di esperimenti personali e di esperienze in blog del settore.