De Luca contro l’incertezza della Campania: “Più nulla da decidere”

0
205

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha deciso di porre fine a tutti i dubbi che sono sorti in queste ore sulla Campania.

C0è stata molta confusione in questi giorni sulla regione Campania e sul passaggio da zona gialla a zona arancione oppure zona rossa.

La notizia diffusasi in queste ore di un imminente passaggio da zona a zona ha spaventato il popolo campano e non.

Per queste ragioni si è cercato di fare chiarezza nonostante i molti dubbi che fossero sorti sulla zona rossa.

Rassegna stampa 10 novembre. I principali quotidiani italiani
Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania from web source

A riguardo infatti il Presidente De Luca ha dichiarato: “Vedo che sugli organi di informazione si è creata un’attesa di decisioni riguardanti la Regione Campania” sottolineando la troppa confusione per il popolo in queste ore.

“La collocazione di fascia della Campania è già stata decisa ieri, a fronte della piena rispondenza dei nostri dati a quanto previsto dai criteri oggettivi fissati dal ministero della Salute” chiarisce il Presidente della regione Campania.

Il tutto ovviamente dopo aver pubblicato il bollettino giornaliero.

 

De Luca tuona: “Non è tollerabile che un lavoro straordinario venga inficiato”

“Ho sollecitato io un’operazione trasparenza, pubblica e in tutte le direzioni, per eliminare ogni zona d’ombra, anche fittizia. Dunque, non c’è più nulla da decidere e da attendere” evidenzia il Presidente della regione Campania.

Ha poi riconfermato che “sulla linea di rigore sempre seguita dalla Regione”, solleciterà nelle prossime ore e nei prossimi giorni i ministeri dell’Interno e della Salute soprattutto ad assumere provvedimenti rigorosi per il rispetto delle regole e per il contrasto all’epidemia.

Il Presidente della Regione si è poi scagliato contro quanto accaduto sul lungomare di Napoli nei giorni scorsi.

“Non sono assolutamente tollerabili immagini come quelle, o addirittura di strade e quartieri abbandonati a se stessi, nei quali si continuano a violare le norme senza che nessuno di quelli che hanno il dovere di impedirlo muova un dito”.

Per poi concludere con: “Non è tollerabile che il lavoro straordinario fatto sul piano sanitario e ospedaliero, a tutela della vita delle persone, sia inficiato da un contesto ambientale che si muove nel segno della irresponsabilità istituzionale e comportamentale“.

Sul web non si è risparmiata la polemica, soprattutto dopo che De Luca ha pubblicato le proprie dichiarazioni sui canali social. Basta dare una occhiata ai commenti al vetriolo sotto il suo post e su twitter.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

🔴#CORONAVIRUS: vedo che sugli organi di informazione si è creata un’attesa di decisioni riguardanti la Regione Campania. La collocazione di fascia della Campania è già stata decisa ieri, a fronte della piena rispondenza dei nostri dati a quanto previsto dai criteri oggettivi fissati dal ministero della Salute. Ho sollecitato io un’operazione trasparenza, pubblica e in tutte le direzioni, per eliminare ogni zona d’ombra, anche fittizia. Dunque, non c’è più nulla da decidere e da attendere. Riconfermo altresì che sulla linea di rigore sempre seguita dalla Regione, solleciterò nelle prossime ore e nei prossimi giorni i ministeri dell’Interno e della Salute ad assumere provvedimenti rigorosi per il rispetto delle regole e per il contrasto all’epidemia. Non sono assolutamente tollerabili immagini come quelle del lungomare di Napoli, o di strade e quartieri abbandonati a se stessi, nei quali si continuano a violare le norme senza che nessuno di quelli che hanno il dovere di impedirlo muova un dito. Non è tollerabile che il lavoro straordinario fatto sul piano sanitario e ospedaliero, a tutela della vita delle persone, sia inficiato da un contesto ambientale che si muove nel segno della irresponsabilità istituzionale e comportamentale.

Un post condiviso da Vincenzo De Luca (@vincenzodeluca) in data: