Discoteche aperte ad agosto, la Sardegna ora rischia

0
41

Dopo l’inchiesta di Report, la procura di Cagliari ha aperto un’indagine sulla decisione di tenere aperte le discoteche in Sardegna

Discoteche aperte ad agosto, la Sardegna ora rischia
Solinas

Sardegna nei guai. Dopo la puntata di ieri sera di Report, in cui è andata in onda un servizio sulle discoteche aperte nell’isola durante il periodo estivo, ora indaga anche la procura di Cagliari.

La procuratrice Maria Alessandra Pelagatti ha affidato l’indagine all’aggiunto Paolo De Angelis, che guida il gruppo specializzato in colpe mediche composto dai sostituti Guido Pani, Daniele Caria e Diana Lecca.

Il pool investigativo dovrà fare chiarezza sulla decisione della Regione e del Governatore Solinas, che aveva lasciato aperti in estate i locali della Costa Smeralda allegando alla sua richiesta il parere “favorevole” del Comitato Tecnico Scientifico.

Il problema è che questo documento, a cui durante il servizio si fa spesso riferimento, nessuno l’ha visionato. Sorge dunque il dubbio che in realtà la decisione sia stata presa senza autorizzazione del CTS.

LEGGI ANCHE >>> Covid, Zaia tuona contro i negazionisti: il video è virale

Discoteche aperte: il caso del Billionaire di Briatore

Discoteche aperte ad agosto, la Sardegna ora rischia
Briatore

Delle discoteche aperte in estate se n’è parlato a lungo anche nei mesi scorsi. Non c’è alcun dubbio sul fatto che all’interno dei locali ci sia stata una grande trasmissione del virus.

Lo stesso Billionaire di Flavio Briatore è stato nell’occhio del ciclone visto che ha provocato un grande focolaio, dal quale sono risultati positivi anche molti vip e molti calciatori di Serie A.

Ad ogni modo starà alla Procura di Cagliari fare chiarezza, anche se in molti hanno criticato la lentezza dell’intervento delle istituzioni per quello che sembra essere un “segreto di Pulcinella”.