App Immuni, con una telefonata potete “bypassare” le Asl

0
206

Con l’ultimo aggiornamento dell’App Immuni potrete segnalare la positività telefonando ad un call center dedicato. Le regioni attive

Box dell'app
web source

Grossa novità per tutti coloro che utilizzano l’App Immuni. Da qualche giorno, infatti, sarà possibile velocizzare la procedura di comunicazione di un paziente positivo grazie ad un call center dedicato.

Questa novità andrà sicuramente ad incentivare l’uso dell’app sviluppata dal Governo per tracciare i positivi al Covid-19. Finora, infatti, nonostante l’elevato numero di download, non è stato ancora raggiunto il target di popolazione necessario a far sì che Immuni sia realmente uno strumento decisivo nella lotta al coronavirus.

Inoltre molti utenti lamentavano problemi in fase di registrazione di un cittadino positivo, con lentezze dovute soprattutto alla comunicazione alla Asl di riferimento. Il call center permetterà proprio di bypassare questo passaggio, abbassando notevolmente il tempo di tracciamento di una persona positiva.

App Immuni, come segnalare la positività tramite Call Center

App Immuni
web source

Ma come utilizzare correttamente la nuova funzione e comunicare con precisione i dati di un cittadino positivo al call center? Per procedere abbiamo bisogno di tre cose:

  • CUN, ovvero il codice univoco abbinato al tampone
  • Codice segreto fornito da Immuni
  • Tessera sanitaria

Una volta in possesso di tutto ciò, vi basterà telefonare al numero verde che riportiamo qui sotto. Ovviamente, essendo un numero verde, la chiamata sarà totalmente gratuita.

800 91 24 91

Quando chiamerete il call center, secondo quanto riportato dalle FAQ del sito ufficiale, sarete guidati allo sblocco di Immuni. Innanzitutto dovrete comunicare il CUN, con il quale l’operatore verificherà la vostra effettiva positività. Successivamente vi verrà richiesto il numero della tessera sanitaria per verificare l’identità e, comunicando anche il codice segreto dell’app, sarete autorizzati ad inserire la vostra positività senza passare per le ASL di riferimento.

Va ricordato però che al momento il servizio non è attivo in tutta Italia, ma soltanto in determinate regioni. Attualmente le regioni per cui è disponibile il call center sono: Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Campania, Molise e provincia autonoma di Trento.