Covid-19, bollettino di oggi 26 dicembre: dati su contagi, morti e guariti dal Ministero della Sanità

0
292

Covid-19, il bollettino di oggi sabato 26 dicembre 2020, giorno di Natale. Ecco i dati ufficiali aggiornati e comunicati dalla Protezione Civile. Nell’articolo le ultime notizie di oggi sulla pandemia

Covid-19, bollettino di oggi 26 dicembre: dati su contagi, morti e guariti dal Ministero della Sanità
Covid-19, bollettino di oggi 26 dicembre: dati su contagi, morti e guariti dal Ministero della Sanità

Si chiude oggi la “tre giorni” del Natale, e sarà importante monitorare i dati sull’epidemia che flagella l’Italia. Puntuale, come sempre, l’appuntamento quotidiano di InstaNews con i dati ufficiali riguardanti la pandemia di Coronavirus in Italia. La pandemia non lascia scampo neanche in queste giornate particolari: è importante seguire l’andamento dei numeri nel nostro paese per capire cosa accadrà nei prossimi giorni. Ieri, purtroppo, si è registrato un aumento dell’indice di contagiosità.

Controlliamo insieme, dunque, i dati rilasciati dalla Protezione Civile (ogni giorno verso  le 17.00) per quanto riguarda la situazione Covid-19, in Italia, oggi sabato 26 dicembre. (clicca qui per aggiornare la pagina)

Ieri i morti in Italia sono stati 459 dato che continua a calare, seppur lentamente. Per fare un raffronto completo, trovate tutti i dati di ieri, venerdì 25 dicembre, in questo articolo.

Ecco l’elenco dettagliato e specifico con i nuovi contagi, morti, guariti. Ma anche il numero dei tamponi svolti. Di seguito la situazione dei casi di Coronavirus su scala nazionale.

Totale casi: 10.407 contagiati

Morti: 261 morti

Tamponi:  81.285 tamponi

Dimessi/Guariti:  9089 guariti

Ricoverati: -98 ricoveri

Terapie intensive: -2 in terapie intensive

Tasso di positività: 12,8% (+0,3%)

Covid-19, il bollettino di oggi regione per regione in Italia

A seguire, invece ecco ogni singolo dato riguardante tutti i contagi di Coronavirus regione per regione in Italia.

Ecco le cifre dei nuovi casi per ogni regione:

Lombardia: + 1606

Piemonte: + 417

Campania: + 539

Veneto: + 2523

Emilia Romagna: +1756

Lazio: + 1123

Toscana: + 402

Sicilia: + 337

Liguria: + 34

Puglia: + 544

Marche:+ 206

Abruzzo:+ 34

Friuli Venezia Giulia:+ 224

Umbria: + 51

P.A. Bolzano: + 0

Sardegna: + 173

P.A. Trento:+ 124

Calabria: + 237

Valle d’Aosta: + 24

Basilicata: + 25

Molise: + 28

In questo elenco potete trovare la situazione con i dati sull’aumento di casi per ogni regione, come riportato dal bollettino ufficiale della Protezione Civile.

E’ attualmente in vigore in Italia la zona rossa, e lo sarà fino a domani incluso. Vietato muoversi anche all’interno del proprio Comune, fatti salvi i motivi di necessità, salute e lavoro. Sarà possibile, però, andare a far visita ad amici o parenti. Massimo due persone, solo una volta al giorno e soltanto in una casa privata. Coprifuoco per tutti alle ore 22. Di seguito un comodo schema per avere la situazione sotto controllo.

Il calendario delle festività con le restrizioni Covid
Il calendario delle festività con le restrizioni Covid

Tutta Italia, con ogni probabilità, dopo il periodo delle feste natalizie tornerà a essere interamente gialla. Eppure, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha spiegato che se dovesse esserci un’impennata nei casi, non si esclude un ritorno alla zona rossa anche dopo le feste. Ecco perché è importante monitorare quotidianamente anche i casi nelle singole regioni

Capitolo vaccino: ci siamo. Domani, 27 dicembre, via al “V-Day”. Si partirà in Italia e in Europa. Attesa per l’inizio di quello che dovrebbe essere l’inizio della fne (si spera) dell’epidemia. Domani vaccinate le prime 9mila persone: tra queste, diverse persone che hanno caratterizzato il periodo più difficile di questa pandemia.

Vaccino, prime 9750 dosi pronte per la somministrazione

L'arrivo del vaccino Covid ieri a Roma
L’arrivo del vaccino Covid ieri a Roma (websource)

Finalmente il vaccino Covid è in Italia ed è pronto per le somministrazioni, che partiranno domani. Ieri sera l’arrivo alla caserma dei Carabinieri “Salvo D’Acquisto” a Roma, questa mattina il trasferimento all’ospedale Spallanzani, sempre a Roma. La campagna di vaccinazione partirà domani, ma solo in via simbolica.

La prima persona ad essere vaccinata sarà un’infermiera, scelta come simbolo del personale sanitario in prima linea contro il morbo. In generale, i primi vaccinati saranno medici, infermieri, personale sanitario e delle rsa, e anziani ultra 80enni e con malattie pregresse. La campagna vera e propria partirà lunedì, ma già domani le altre dosi di vaccini saranno distribuite (proporzionalmente) nelle altre 20 regioni (compresa la provincia autonoma di Bolzano) sia via terra che via aerea.

Questa la distribuzione delle dosi nel Lazio: Gemelli (50 dosi), ospedale pediatrico Bambino Gesù (30 dosi), Tor Vergata (30 dosi), Umberto I (50 dosi) e Sant’Andrea (20 dosi), Asl di Rieti (40 dosi), Asl di Viterbo (40 dosi), Asl Roma 1 (80 dosi), Asl Roma 2 (80 dosi), Asl Roma 3 (50 dosi), Campus Bio-medico (20 dosi). Dal 29 dicembre all’Ifo (30 dosi), Asl Roma 4 (40 dosi), Asl Roma 5 (40 dosi), Asl Roma 6 (40 dosi) e Ares 118 (15 dosi), San Camillo (50 dosi), San Giovanni (40 dosi), Asl di Frosinone (40 dosi), Asl di Latina (40 dosi).